Il Brasiliano presenta il suo nuovo libro, la letteratura italiana si arricchisce…

Spread the love

“La gente mi vuole ancora ammazzare, mi vuole sottoterra o a Rebibbia, invece adesso si attaccassero al cazzo. Il Brasiliano fattura con regolare partita Iva, è diventato un imprenditore e ha scritto un libro sulla sua storia”. Così Massimiliano Minnocci, alias il Brasiliano, influencer, a La Zanzara su Radio 24 parlando del suo libro (“Io sono Massimiliano Minnocci, la vera storia del Brasiliano”, Edizioni&100).

“E’ pieno di gente in giro a Roma – dice – che vorrebbe farmi fuori, sono pieno di nemici per le cose del passato. E anche gente che ha visto che ne sono uscito fuori e jè rode er culo”.  “Sono molto cambiato ma su certe cose – dice – sono rimasto lo stesso. Una famiglia che uccide una famiglia, questi vanno sotterrati vivi. Ma quale processo…Quelli che hanno ammazzato la povera Saman vanno sotterrati vivi”.

Tatuaggi. “Dalla mia pelle ho tolto tutto, Mussolini, Hitler, svastiche, ma ho lasciato un piccolo tatuaggio: me ne frego. Il Pelatone per alcune cose ce vorrebbe, Zio Benito l’ho amato per molti anni. Per chi voterei oggi? Per Salvini. Michetti? Non so chi è, sò più famoso io”. Gli ex della tua donna.

“Se incroci un ex della tua fidanzata che fai? Lascia perde, una volta mi sono incrociato con uno ed è quasi finita a schioppettate. Io sono andato in borgata sua, e lui mi ha puntato la pistola, poi dice che mi stava sparando e si è inceppata. Ma ha fatto finta, ha fatto il gesto. E tu che avevi? Avevo solo un mezzo manico di piccone, ma l’ho trovato lì. Stavo vedendo i mostri, ero un po’ pippato. Ma non pippo da un anno, me la sogno pure di notte. Ma se ricomincio Alice mia m’ammazza”.

Pro Legge Zan. “Legge Zan? In questo momento i miei più grandi amici sono froci, gay, chiamateli un po’ come cazzo ve pare. Ma sono a favore della legge, giusto aumentare le pene per chi picchia un gay. Se qualcuno li picchia, mi metto in mezzo. Tutti hanno diritto di esprimere quello che sono. Ho sempre preso le parti di quelli più deboli, froci, senzatetto, handicappati, quelli effemminati”.

Da “la Zanzara – Radio24”

Leggi anche: Il libro: “Hitler e Mussolini. Lettere, documenti, intercettazioni telefoniche”

www.facebook.com/adhocnewsitalia

www.youtube.com/adhoc

Tweet di ‎@adhoc_news

SEGUICI SU GOOGLE NEWS: NEWS.GOOGLE.IT

Related Posts