giornata-mondiale-dei-legumi:-i-5-che-(forse)-non-conoscete

Giornata mondiale dei legumi: i 5 che (forse) non conoscete

Spread the love
5 legumi che (forse) non conoscete: i lupini
5 legumi che (forse) non conoscete: le cicerchie
5 legumi che (forse) non conoscete: i fagioli mungo
5 legumi che (forse) non conoscete:i fagioli azuki
5 legumi che (forse) non conoscete: alfalfa

Lenticchie, fagioli, fave, ceci, piselli: i legumi, si sa, sono alla base della nostra dieta, mediterranea e non solo, e sono un alimento estremamente sano e nutriente. Pochi grassi, molte fibre, tante proteine, la giusta dose di carboidrati, contengono anche acido fitico, sostanza che permette un maggiore assorbimento di minerali da parte del nostro organismo.

Un cibo ideale, insomma, che non a caso l’Unep (United Nations Environment Program, l’Agenzia dell’ONU per l’Ambiente) ha deciso di celebrare con la Giornata mondiale dei legumi, il 10 febbraio.

Non c’è solo una ragione “alimentare” dietro: i legumi sono, infatti, un prodotto strategico anche per l’agricoltura sostenibile, perché anche su piccola scala si riescono a produrre alimenti ricchi di proteine, sostitutivi della carne, che contribuiscono in maniera significativa al raggiungimento di alcuni degli obiettivi per lo sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite.

I legumi possono essere freschi, vedi alla voce piselli, fagiolini, fave, taccole; oppure secchi, come ceci, lenticchie, fagioli e fave, che in genere necessitano la messa in ammollo prima della cottura.

I più comuni, citati qui sopra, li conoscete già. Ma esistono anche altri tipi di legumi, di cui (forse) non avete mai sentito parlare e che vi raccontiamo nella nostra gallery!

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *