Spread the love

Un bel colpo quello di un cane poliziotto dell’antidroga, Onah. Si tratta di un pastore tedesco, che durante un pattugliamento preventivo organizzato dalla questura ha fiutato un mercatino della droga ambulante. Siamo a Firenze, nella zona della stazione di Santa Maria Novella, uno spacciatore gira con uno zaino-bazar pieno di tutti i tipi di stupefacente, hashish, cocaina, exctasy, marijuana; così da soddisfare le richieste di ogni tipo di “cliente”. Il cane ha fiutato la droga facendo attivare il controllo mirato su un senegalese di 28 anni che ha tentato di allontanarsi.

Perquisito, l’uomo è stato sorpreso con 1.250 euro in contanti, probabile provento di spaccio, ma, soprattutto con una vasta gamma di stupefacenti da vendere al dettaglio sul momento: 564 grammi circa di hashish suddiviso in involucri, 10,5 grammi di cocaina, 15 grammi di marijuana e 30 grammi circa di ecstasy.

Per l’uomo sono scattate le manette per detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti. Aveva tentato di allontanarsi quando il cane lo ha puntato e subito è stato bloccato dagli agenti del commissariato di Rifredi e delle Volanti della questura. Il 28enne, irregolare in Italia, ha ammesso di detenere droga dopo aver mostrato inizialmente solo un pezzo di hashish.

Purtroppo si tratta di un sassolino lanciato nell’oceano della droga che circola indisturbata a Firenze. Il vero problema, tuttavia, non sono gli spacciatori. Quelli esistono perché la gente si droga. E’ inutile combattere l’effetto se non si cambia la causa.

Leggi anche: Il libro: “Hitler e Mussolini. Lettere, documenti, intercettazioni telefoniche”

www.facebook.com/adhocnewsitalia

Seguici su Google News: NEWS.GOOGLE.IT