variante-omicron-in-italia:-il-primo-contagiato-ha-viaggiato-in-tre-regioni
Spread the love

Redazione 28 novembre 2021 11:25

Il primo paziente contagiato dalla nuova variante Omicron in Italia è un uomo campano di 55 anni (professionista dipendente di un’azienda internazionale). È sbarcato dal Mozambico a Fiumicino ma poi per lavoro e questioni familiari si è spostato in tre regioni: Lazio, Campania e Lombardia.

L’uomo, vaccinato con due dosi, presenterebbe solo sintomi lievi. Il dirigente d’azienda originario della provincia campana è rientrato nei giorni scorsi dal Mozambico atterrando, spiega il Corsera, a Fiumicino per poi sostare a Caserta e quindi viaggiare per Milano dove, infine, è risultato positivo al Covid-19 con una sequenza genomica riconducibile alla variante scoperta in Sudafrica e Botswana. Cinque i familiari dell’uomo, che non mostrerebbero sintomi, in isolamento. “Il paziente e i suoi contatti familiari sono in buone condizioni di salute”, comunica l’Istituto superiore di Sanità in una nota.

La variante B.1.1.529 è stata sequenziata dal laboratorio di microbiologia Clinica, virologia e diagnostica delle Bioemergenze dell’ospedale Sacco. “Le inchieste epidemiologiche sono state svolte da Ats Milano e dalla Asl di competenza della Regione Campania. Sono già stati programmati i sequenziamenti sui campioni dei contatti familiari del paziente risultati positivi e residenti nella regione Campania, i cui laboratori sono stati allertati e stanno già lavorando per ottenere in tempi brevi i risultati genomici. Al momento non sono stati identificati contatti positivi in Lombardia”, spiega l’Iss.

Speranza: “Non sono all’orizzonte ulteriori provvedimenti”

“La comunità scientifica internazionale è al lavoro” sulla variante Oicron “per capire meglio quale può essere il suo impatto potenziale” ha fatto sapere il ministro della Salute, Roberto Speranza, al Festival de Il Foglio. “I sequenziamenti sono limitati – ha sottolineato Speranza – e alcune primissime analisi che vengono fatte segnalano comunque un elemento di rischio” per le 32 mutazioni della variante che “possono rappresentare un elemento significativo e questo ci ha portato a prendere le misure che abbiamo preso” con la chiusura dei voli dai paesi dell’Africa meridionale.  “Non sono all’orizzonte ulteriori provvedimenti” ha assicurato il ministro. “Seguiamo l’andamento e faremo valutazioni”

Ieri l’immunologo e consigliere del presidente Usa Biden, Anthony Fauci, in un’intervista alla ‘Nbc’ aveva dichiarato che la variante omicron potrebbe già circolare negli Usa: “Non sarei sorpreso. Non l’abbiamo ancora rilevata, ma quando hai un virus che mostra questo livello di trasmissibilità e hai casi legati ai viaggi già individuati in altri luoghi, è quasi inevitabile che arrivi dappertutto”.