vaccino-e-infertilita,-il-problema-puo-essere-reale.-parla-l’ex-direttore-scientifico-di-pfizer
Spread the love

L’ex vicepresidente e direttore scientifico della Pfizer, il dottor Michael Yeadon, e lo specialista e parlamentare tedesco dei polmoni, il dottor Wolfgang Wodarg, hanno presentato una domanda urgente all’Agenzia europea dei medicinali chiedendo la sospensione immediata di tutti gli studi sul vaccino SARS-CoV-2, in particolare il BioNtech Studio Pfizer su BNT162b (numero EudraCT 2020-002641-42).

Yeadon e Wodarg affermano che gli studi dovrebbero essere interrotti fino a quando non sarà disponibile uno studio che affronti una serie di gravi problemi di sicurezza espressi da un numero crescente di scienziati rinomati che sono scettici sulla velocità con cui i vaccini vengono sviluppati, secondo il sito tedesco 2020news.

«Da un lato, i firmatari chiedono che, a causa della nota mancanza di accuratezza del test PCR in uno studio serio, debba essere utilizzato un cosiddetto sequenziamento di Sanger . Questo è l’unico modo per fare affermazioni affidabili sull’efficacia di un vaccino contro il COVID-19. Sulla base dei numerosi e diversi test PCR di qualità molto variabile, non è possibile determinare con la necessaria certezza né il rischio di malattia né un possibile beneficio del vaccino, motivo per cui testare il vaccino sugli esseri umani non è etico di per sé».

La coppia sottolinea anche le preoccupazioni sollevate in studi precedenti che coinvolgono altri coronavirus , tra cui:

  • «La formazione dei cosiddetti “anticorpi non neutralizzanti” può portare a una reazione immunitaria esagerata , specialmente quando la persona sottoposta al test si trova di fronte al vero virus “selvaggio” dopo la vaccinazione. Questa cosiddetta amplificazione dipendente da anticorpi, ADE, è nota da tempo, ad esempio, da esperimenti con vaccini coronavirus nei gatti. Nel corso di questi studi tutti i gatti che inizialmente hanno tollerato bene la vaccinazione sono morti dopo aver contratto il virus selvatico».

  • «Ci si aspetta che le vaccinazioni producano anticorpi contro le proteine ​​spike di SARS-CoV-2. Tuttavia, le proteine ​​spike contengono anche proteine ​​omologhe alla sincitina, che sono essenziali per la formazione della placenta nei mammiferi come gli esseri umani. È assolutamente da escludere che un vaccino contro SARS-CoV-2 possa innescare una reazione immunitaria contro la sincitina-1, poiché altrimenti l’ infertilità di durata indefinita potrebbe colpire le donne vaccinate».

  • «I vaccini a mRNA di BioNTech / Pfizer contengono polietilenglicole (PEG). Il 70% delle persone sviluppa anticorpi contro questa sostanza – questo significa che alla vaccinazione molte persone possono sviluppare reazioni allergiche, potenzialmente fatali».

  • «La durata troppo breve dello studio non consente una stima realistica degli effetti tardivi . Come nei casi di narcolessia dopo la vaccinazione contro l’influenza suina, milioni di persone sane sarebbero esposte a un rischio inaccettabile se venisse concessa un’approvazione di emergenza e seguisse la possibilità di osservare gli effetti tardivi della vaccinazione. Tuttavia, BioNTech / Pfizer ha presentato una domanda di approvazione di emergenza il 1 ° dicembre 2020.

CONTINUA A LEGGERE SU….

https://www.renovatio21.com/vaccino-e-infertilita-il-problema-puo-essere-reale-parla-lex-direttore-scientifico-di-pfizer/

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *