trittico:-effetti-collaterali,-anche-mortali,-del-trazodone-cloridrato.

Trittico: effetti collaterali, anche mortali, del Trazodone Cloridrato.

Spread the love

Il Trittico, meglio conosciuto con il nome scientifico di Trazodone Cloridrato, così come dicevamo in un precedente servizio, è un potente antidepressivo, ma ha anche funzioni ansiolitiche e ipnoinducenti.

Tra le altre caratteristiche, a differenza di altri farmaci simili, è in grado di aumentare la libido femminile. Con questo non significa che deve essere utilizzato come “eccitante” nella donna, ma va assunto o somministrato su prescrizione e su stretta sorveglianza medica.

L’abuso o l’utilizzo improprio del farmaco può portare ad effetti collaterali molto importanti e persino al decesso di chi lo assume in modo irregolare.

Per prima cosa ecco le Controindicazioni:

  • ipersensibilità al principio attivo o ad uno qualsiasi degli eccipienti;
  • intossicazione alcolica ed intossicazione da ipnotici;
  • infarto acuto del miocardio.

Effetti collaterali.

Il trazodone ha una influenza lieve o moderata sulla capacità di guidare e sull’utilizzo di macchinari. I pazienti devono essere allertati circa i rischi di guidare o usare macchinari, a meno che essi siano sicuri di non essere affetti da sonnolenza, sedazione, vertigini, stato confusionale o visione offuscata.

I sintomi che andremo ad alencare, alcuni dei quali sono comunemente riportati in caso di depressione non trattata, e la cui frequenza non è nota, sono stati registrati in pazienti trattati con trazodone:

  • Discrasia ematica (agranulocitosi, trombocitopenia, eosinofilia, leucopenia e anemia);
  • Reazioni allergiche;
  • Sindrome da secrezione inappropriata di ormone antidiuretico;
  • Abbassamento dei livelli ematici di sodio, calo ponderale, anoressia, aumento dell’appetito;
  • Idee suicidarie o comportamento suicida, stato confusionale, insonnia, disorientamento, mania, ansietà, nervosismo, agitazione (che del tutto occasionalmente si esacerbano fino al delirio), delirio, reazione aggressiva, allucinazioni, incubi, diminuzione della libido, sindrome da astinenza;
  • Sindrome da serotonina, convulsioni, sindrome maligna da neurolettici, capogiri, vertigini, cefalea, sonnolenza, irrequietezza, vigilanza ridotta, tremore, visione annebbiata, disturbo della memoria, mioclono, afasia espressiva, parestesia, distonia, gusto alterato;
  • Aritmie cardiache (incluse Torsioni di punta, palpitazioni, contrazioni ventricolari premature, coppie ventricolari, tachicardia ventricolare), bradicardia, tachicardia, anomalie elettrocardiografiche (prolungamento del QT);
  • Ipotensione ortostatica, ipertensione, sincope;
  • Congestione nasale, dispnea;
  • Nausea, vomito, secchezza della bocca, stipsi, diarrea, difficoltà digestive, dolore allo stomaco, gastroenterite, aumento della salivazione, ileo paralitico;
  • Anormalità della funzione epatica (incluso ittero e danno epatocellulare), colestasi intraepatica;
  • Eruzione cutanea, prurito, iperidrosi;
  • Dolore degli arti, dolore dorsale, mialgia, artralgia;
  • Disturbo della minzione;
  • Priapismo;
  • Debolezza, edema, sintomi simili-influenzali, affaticamento, dolore toracico, febbre;
  • Aumento degli enzimi epatici.

In tutti i casi in cui compare/compaiono uno o più di questi sintomi è opportuno avvisare il Medico, l’Infermiere o il Farmacista di fiducia.

Leggi anche:

Trittico. Effetti del Trazodone: antidepressivo, ansiolitico e ipnoinducente. Aumenta la libido femminile.

Medici e Infermieri: ecco i principali farmaci prescritti e somministrati ai loro assistiti.

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *