tokyo-2020,-prime-finali-del-nuoto.-giornata-no-per-l’italia
Spread the love

Condividi

Tripla finale nel nuoto questa notte ai giochi olimpici di Tokyo 2020. Nei 400 metri stile libero uomini incredibile oro per il tunisino Ahmed Hafnaoui con 3’43”36. Al secondo posto uno dei favoriti, l’australiano Jack McLoughlin con 3’43”52, terza piazza per lo statunitense Kieran Smith che chiude in 3’43”94. Grande delusione per l’Italia, solo sesto Gabriele Detti con 3’44”88. 

Nell’altra finale, quella dei 400 misti uomini, altra delusione dell’Italia per l’ottavo posto di Razzetti con 4’11”32, tanto più che con i tempi delle qualificazioni il nuotatore azzurro sarebbe arrivato secondo alle spalle dello statunitense Chase Kalisz che ha vinto in 4’09”91. Doppietta per gli Stati Uniti con l’argento per Jay Litherland in 4’10”28, bronzo per l’australiano Brendon Smith in 4’10”98.

Nella terza finale, i 400 misti femminili, in gara l’italiana Ilaria Cusinato che chiude in ottava posizione in 4’40”65. Oro per il Giappone, Yui Ohashi che vince con 4’32”0 , sul podio anche due americane Emma Weyant in 4’32”76 e terza piazza per la statunitense Hali Flickinger con 4’34”90. Giù dal podio la pluricampionessa olimpica Katinka Hosszu detentrice del record del mondo.

La buona notizia arriva dalle semifinali dei 100 rana maschili, perché Nicolò Martinenghi, fa 58”28 e si qualifica per la finale col terzo miglio tempo complessivo, ma soprattutto realizza il nuovo record italiano. Purtroppo l’altro azzurro in vasca, Federico Poggio, chiude con 59”91, peggiorandosi rispetto a ieri, è ultimo ed eliminato. 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *