tir-della-morte:-trafficante-condannato-a-27-anni-di-carcere

Tir della morte: trafficante condannato a 27 anni di carcere

Spread the love

REGNO UNITO

22.01.2021 – 17:03

Lo ha deciso il tribunale penale di Londra, il caso coinvolto è quello dei 39 vietnamiti trovati morti in un camion

Le indagini hanno fatto emergere una complessa operazione di trasporto illegale di migranti

LONDRA – Un anno dopo il macabro ritrovamento di 39 corpi in un camion nel sudest dell’Inghilterra, un tribunale di Londra ha sentenziato al carcere sette dei trafficanti coinvolti nel caso.

Lo riporta il Guardian, sulla base della sentenza pronunciata dal tribunale penale di Old Bailey.

Il principale imputato, il rumeno Gheorghe Nica (43 anni), che ha aiutato a coordinare il trasporto dei migranti, è stato condannato per omicidio colposo e traffico di essere umani e dovrà scontare 27 anni di carcere. Con le stesse accuse, l’irlandese Ronan Hughes, che gestiva una società di trasporti e organizzava i camion e gli autisti per trasportare i migranti, è stato condannato a 20 anni di prigione.

Maurice Robinson, il camionista 26enne nordirlandese che ha ritirato il container contenente le 39 persone dal porto dell’Essex, che si era dichiarato colpevole l’anno scorso di complicità nel traffico di migranti, è stato condannato a 13 anni e quattro mesi.

Infine anche Eamonn Harrison (24 anni), anche lui dell’Irlanda del Nord, che ha raccolto i migranti nel nord della Francia per poi guidare fino al Regno Unito, è stato condannato a 18 anni di prigione. Pene minori invece per altri 3 camionisti che prendevano ordini da Hughes.

Ai tempi, il caso ha fatto presto scalpore a livello internazionale, con il mezzo che è stato in seguito denominato da molti “tir della morte”. Infatti, le 12 ore rinchiuse al buio nel container sono state un vero e proprio incubo per le persone presenti.

Si trattava di 28 uomini, otto donne e tre bambini, due dei quali di 15 anni. Quando hanno capito che erano sigillati all’interno, che la temperatura stava salendo e che l’ossigeno stava finendo, hanno effettuato diversi tentativi disperati di fuggire attraverso il tetto del container, cercando di chiamare i servizi di emergenza in Vietnam. 

È stata «una morte lenta e straziante» ha detto il giudice Nigel Sweeney nel corso del processo, che ha esposto una complessa operazione che per anni ha portato illegalmente dei migranti vietnamiti nel Regno Unito. Un’attività lucrativa, ha sottolineato il giudice, in quanto ogni passeggero pagava ai contrabbandieri tra le 10’000 e le 13’000 sterline per il viaggio.

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *