storia-ed-eventi-tipici-dell’holi-festival
Spread the love

Uno degli eventi più famosi dell’India è la festa dei colori, nota come Holi Festival. Nota come festa religiosa, oggi è diventato un evento di musica e intrattenimento che richiama turisti da ogni parte del mondo.

India, la Festa dei Colori

L’Holi è un’importante festa religiosa dell’India, celebrata anche in Nepal e nelle zone del mondo con significativi gruppi di popolazioni di origini indiane.

L’usanza tipica di questa festa è quella di sporcarsi con polveri colorate. Questa è un’usanza che omaggia un rito di origine indiana che simboleggia la rinascita e la reincarnazione.

Ad oggi, l’Holi Festival è una delle più importanti ricorrenze indiane, nonché una tra le più affascinanti del mondo.

Advertisements

Proprio per questo viene replicata in giro per il mondo, anche in Europa, da un punto di vista laico, come celebrazione della primavera, dei colori e del divertimento.

Negli anni, infatti, il festival si è trasformato in un evento di musica, divertimento ed il caratteristico clima festoso tanto amato dai giovani.

Holi Festival

Significato, tradizioni e curiosità

La festa nasce dalla tradizione induista di salutare la primavera con canti e balli, e naturalmente cospargendosi il corpo di polveri colorate. Queste sono chiamate gulal i cui colori sono riferiti ai colori tipici della primavera.

I cittadini, quindi, si riversano nelle strade, diventando un vero e proprio arcobaleno vivente.

I significati del festival però non finiscono qui. Infatti, l’Holi Festival simboleggia anche la vittoria del bene sul male, l’addio dell’inverno, l’incontro con gli altri e la voglia di ridere, giocare, dimenticare e di stare bene.

Un’inno alla felicità.

La festa inizia con la tradizionale accensione del falò, la notte prima del Festival, che prende il nome di Holika Dahan, dove Holika è il nome di un demone delle scritture Hindu e Veda.

La mattina del giorno dopo, la festa esplode in un carnevale di colori, giochi, danze e canti.

L’Holi è spesso celebrato all’avvicinarsi dell’equinozio di primavera in un giorno di plenilunio. Per questo la data del festival non è fissa ma varia ogni anno a seconda del calendario induista e del calendario gregoriano.

Simile ad un carnevale, l’Holi celebra anche l’uccisione dell’orca Holika, demone descritto nei Veda.

Ma un altro significato delle celebrazioni che hanno luogo con la ricorrenza dell’Holi è anche la celebrazione dell’amore universale, della condivisione fraterna delle esistenze, e l’amore romantico.

Anche per questo, durante il reciproco cospargimento di polveri colorate tra i celebranti, le coppie di innamorati hanno praticamente l’obbligo festoso di colorarsi la faccia a vicenda.

Per il 2021 le celebrazioni sono previste per il 28 e il 29 di marzo, mentre nel 2022 la festa dei colori indiana avrà luogo il 17 e il 18 marzo.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *