“sta-cedendo-alle-pressioni”.-draghi-fa-la-fine-di-conte?-senaldi,-riaperture-e-colori-sballati:-“siamo-al-giorno-zero”
Spread the love

Pietro Senaldi è stato ospite di Stasera Italia, condotto da Veronica Gentili come accade in occasione del fine settimana. Interrogato sulle eventuali differenze tra il governo di Mario Draghi e quello precedente in merito a ristori e riaperture, il direttore di Libero ha risposto nel seguente modo: “Al momento non vedo differenze. Io credo che anche le riaperture che vengono ventilate siano frutto più che altro della debolezza dell’esecutivo, che sta cedendo alle sempre più crescenti pressioni”. 

Secondo Senaldi, in questo momento Draghi non riesce a trovare soluzioni alternative: “Io sono scioccato dal caso della Sardegna. Un mese fa era bianca, lunedì diventerà rossa, com’è possibile? Significa che il sistema dei colori non serve a nulla e che ogni situazione è assolutamente provvisoria se in tre settimane è possibile passare dal bianco al rosso. Significa anche che noi adesso festeggiamo perché da lunedì siamo di nuovo arancioni, ma tra due settimane potremmo essere in profondo rosso”. 

Quindi in definitiva Senaldi è convinto che l’Italia stia dimostrando di non essere capace di convivere con il coronavirus, a differenza di altri Paesi europei che stanno molto meglio: “È ovvio che se chiudi tutti in casa la diffusione diminuisce, però non può essere questa la soluzione. Evidentemente se noi vacciniamo i giovani e non gli anziani, non possiamo poi lamentarci che abbiamo più morti degli altri Paesi. Ho l’impressione che noi siamo al giorno zero e che c’è gente che non ha capito davvero nulla di questo virus”.