spiaggia,-mixology-e-musica-al-paradiso-beach-bar

Spiaggia, mixology e musica al Paradiso Beach Bar

Spread the love

Paradiso Beach Bar è un gigante mobiletto bar collocato in spiaggia, quella del litorale romano, precisamente all’interno del Marine Village (Lido di Ostia). La drink list del cocktail bar a cielo aperto vi propone una selezione di cocktail che resistono al caldo e al tempo: si tratta dei grandi cult della mixology degli ultimi 40 anni. Senza scordarsi di giocare coi twist, per esempio quelli sui Collins.

L’aperitivo è servito… sotto l’ombrellone

Paradiso Beach Bar non ci fa avere il minimo dubbio sul fatto che il paradiso sia disseminato di drink a ogni angolo. Oppure, che ogni cocktail ci faccia sentire in paradiso. Insomma, scegliete voi che cos’è meglio tra le due cose.

Noi intanto vi diciamo che il progetto estivo è l’epicentro della mixology del Marine Village, un’immensa spiaggia super attrezzata. Oltre al cocktail bar, c’è anche una notevole pizzeria e uno spazio per tante attività all’aperto, magari tenendo sempre d’occhio il bar per capire che succede dietro al bancone. E magari lasciarsi ispirare.

Al Paradiso Beach Bar non siete voi ad andare dai cocktail: sono i cocktail a venire da voi. Infatti, le proposte di mixology sono ordinabili tramite App e arrivano direttamente sotto l’ombrellone, per un aperitivo in spiaggia al 100%. E anche per fare tutto un po’ più in sicurezza.

La cocktail hour di Paradiso Beach Bar è a ritmo di musica

bancone-del-Paradiso-Beach-Bar-Coqtail-Milano

Paradiso Beach Bar a Lido di Ostia genera un’atmosfera al neon che vi riporta –o che vi fa per lo meno avere un’idea- dei fantastici anni 80, senza dimenticare un tocco tropicale con fenicotteri gonfiabili, tessuti coloratissimi e tanti altri dettagli retro in spiaggia.

Un’ampissima spiaggia che unisce la cocktail hour alla golden hour: il risultato finale è una miscela scandita da musica e djset con i live di Tahnee Rodgriguez –che è il cantante di Propaganda Live.

L’aperitivo in spiaggia di Paradiso Beach Bar suona quindi molto musicale, ma ciò che per molti di voi sarà senza alcun dubbio più orecchiabile è il nome di Federico Tomaselli (ex General Manager al Jerry Thomas), che ha ideato la drink list di Paradiso Beach Bar facendovi confluire tutta la sua sapienza beverage.

La drink list di Paradiso Beach Bar firmata da Federico Tomaselli

Ciò che contraddistingue la cocktail list di Paradiso Beach Bar è il fatto che le proposte beverage siano assolutamente contemporanee: nulla di troppo polveroso, insomma. Ma cocktail giovani, quelli che sono emersi e che si sono distinti negli ultimi quarant’anni.

Se proprio vogliamo dirla alla maniera estiva, potete pensarla come una serie di piccoli arcipelaghi, ognuno con la propria collocazione, caratteristiche e identità. Per esempio, c’è tutta una sezione dedicata ai Collins.

Tra Collins e Martini cocktail del Pararadiso Beach Bar

drink-list-del-Paradiso-Beach-Bar-Coqtail-Milano

Collins da spiaggia, vale a dire freschi, fruttati, molto beverini. Per esempio il Passion Fruit Collins con vodka, Passoa, tonica, passion fruit, limone e sciroppo di zucchero. Il Bellini Collins che tra gli ingredienti ha liquore alla pesca, vodka e top di champagne. Eldeflower Collins con vodka, fiori di sambuco, tonica, maraschino, limone e sciroppo di zucchero.

Un occhio di riguardo all’arcipelago dei Martini: l’iconico cocktail in coppetta che gioca tra olive verdi, scorzette di limone e assoluta trasparenza, nella cocktail list di Paradiso Beach Bar è riproposto in versione fruttata o comunque molto dolce.

C’è il Pornstar Martini che, per esempio, tra gli ingredienti ha vodka alla vaniglia e passion fruit (ma anche uno shot di champagne). Il Watermelon Martini, lo dice il nome, con vodka, sciroppo al cocomero, cocomero e limone. Oppure –e questo è molto interessante- il Lychee Martini con, oltre al frutto, anche il liquore al lychee, vodka, limone e sciroppo di zucchero.

I classici contemporanei

Collins-cocktail-drink-list-Paradiso-Beach-Bar-Coqtail-Milano

Immancabili i Daiquiri e la Pina Colada, o un Missionary’s Downfall con brandy alla pesca, rum bianco, ananas, lime, menta e miele.

C’è senz’altro spazio per un Cosmopolitan, ma anche per un cocktail che fa tanta simpatia già solo a pensarlo: il Solero con vodka, passoa, liquore, passion fruit, latte&yogurt, limone e zucchero alla vaniglia.

Insomma, in paradiso non sono contemplate bugie. E perciò figuriamoci se Paradiso Beach Bar potrebbe mentirvi quando vi promette che, bere un drink mentre prendete il sole, al Marine Village, è assolutamente possibile.

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *