so.de,-un-crowdfunding-per-il-delivery-sostenibile

So.De, un crowdfunding per il delivery sostenibile

Spread the love

Immaginate una piattaforma online dove potete ordinare a domicilio una cena, un libro, una pianta o un prodotto locale. Finora niente di nuovo – direte voi –  perché esistono già tanti servizi per poterlo fare. Ora, immaginate che su quella piattaforma potete acquistare i prodotti di botteghe di quartiere, librerie indipendenti, ristoranti, piccoli artigiani e immaginate che l’acquisto che avete fatto contribuisca a garantire ai rider della piattaforma un contratto equo, una formazione adeguata e tutto l’equipaggiamento che serve per svolgere il servizio.

Il delivery a sostegno dei rider

Si tratta di una nuova idea di consegna a domicilio nata a Milano e si chiama So.De dove “De” sta per delivery e “So” per sociale, solidale, sostenibile. Perché diventi realtà i suoi ideatori – un gruppo di amici e professionisti di Rob de Matt, associazione di promozione sociale e bistrot dall’animo inclusivo e di Meraki, associazione che si occupa di partecipazione culturale – hanno lanciato un crowdfunding su www.produzionidalbasso.com.

«Negli ultimi mesi abbiamo usato il delivery più spesso, ma non sempre a cuor leggero, consapevoli delle condizioni di lavoro delle grandi piattaforme e del loro impatto sulle persone e le città», si legge nella presentazione del progetto. «Ci siamo abituati a pagare costi di consegna molto bassi o pari a zero, dimenticandoci così che questo significa spesso contratti senza tutele e senza assicurazioni adeguate per i rider».

So.De, invece, al momento del pagamento dell’ordine, calcolerà il “costo equo effettivo” della consegna, cioè quanto effettivamente costerebbe la consegna dei prodotti acquistati per un rider con un contratto subordinato e le giuste tutele, e in quel momento si potrà decidere se pagare quella consegna al costo di mercato o se avvicinarsi al “costo equo effettivo” pagando un po’ di più e decidendo liberamente di quanto.

L’obiettivo di So.de è creare posti di lavoro per giovani, disoccupati e persone con storie di fragilità all’interno del mondo del delivery, offrendo percorsi di formazione e di inclusione lavorativa. Nei primi mesi di lancio del servizio verranno attivati due contratti subordinati per due rider e due percorsi di tirocinio e inclusione lavorativa con 40 ore dedicate alla formazione tra manutenzione della bici, codice della strada, comunicazione interpersonale e sicurezza sul lavoro.

Prodotti di piccole realtà (anche artistiche)

Con So.De Si potrà ordinare cibo a domicilio, ma anche libri, piante, abbigliamento, idee regalo, prodotti artigianali, opere di artisti emergenti e, magari, in futuro, anche spettacoli teatrali. Le consegne saranno effettuate con mezzi di trasporto sostenibili come bici e cargo bike, in packaging plastic free e 100%riciclabili.

La raccolta fondi

Se il crowdfunding avrà successo, ovvero se verrà raggiunta la cifra obiettivo di 25mila euro, il Comune di Milano finanzierà il 60% delle risorse necessarie a far partire il progetto (altri 37.500 euro). Finora sono stati raccolti oltre 16mila euro: si può fare una donazione libera oppure sostenere la raccolta fondi attraverso l’acquisto di t-shirt, cene con spettacolo, carnet per drink, lezioni di verticalità & fitness, corsi di cucina e molto altro.

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *