Spread the love

Siae Riscatto

Tra i dati sottratti a Siae ci sono anche i dati bancari degli artisti. Alcuni hanno ricevuto degli sms con richieste di riscatto. Ecco le novità, la versione poi smentita del direttore generale Blandini e il ricorso della società all’aiuto del gruppo Leonardo

Alcuni artisti legati alla Siae, la società che si occupa di protezione del diritto d’autore che mercoledì ha subìto un attacco informatico, hanno ricevuto degli sms contenenti delle richieste di riscatto.

Ad esempio Rocco Tanica, tastierista degli Elio e le storie tese, ha pubblicato su Twitter lo screen di un messaggio ricevuto sul suo smartphone: “Abbiamo tutte le tue informazioni NUMERO DI TELEFONO, INDIRIZZO,IBAN” che, si legge, verranno rese pubbliche nel caso in cui non venisse versata la somma di 10mila euro in bitcoin su un preciso indirizzo.

Per favore Dark Web, non diffondere i miei dati sensibili. Tanto sono già noti a tutti: la tenerezza, la generosità, la commozione di fronte ai tramonti pic.twitter.com/QYpVAtAxY9

— Rocco Tanica (@rocco_tanica) October 21, 2021

L’attacco informatico, avvenuto attraverso un ransomware (un programma che “blocca” i dati del bersaglio fino al pagamento di un riscatto, o ransom), è stato effettuato da un gruppo di cybercriminali chiamato Everest, che ha sottratto alla SIAE 60 gigabyte di dati.

I MESSAGGI DEL GRUPPO EVEREST

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

  • 22 Ottobre 2021