sfida-covid-19:-novanta-volontari-infettati-dal-virus
Spread the love

Il campione, di età compresa tra i 18 e i 30 anni, sarà esposto al coronavirus per uno studio scientifico. L’obiettivo dei ricercatori.

.Any volunteers?


Thread by @DrEricDing: 💡CHALLENGE STUDY OF LIVE CORONAVIRUS—world’s first #COVID19 human challenge study within a month. Up to 90 carefully selected, healthy adult volunteers aged between 18 and 30 to be exposed to…… https://t.co/o9uh0qiYPb

— Can’tMakeThis💩Up 😷 #WearADamnMask 😷 (@EyesOnGovernmnt) February 18, 2021

Nel Regno Unito sarà avviato il primo studio scientifico che esporrà deliberatamente al coronavirus 90 volontari. Ai membri del campione verrà iniettata una piccola dose SARS-CoV-2; le loro condizioni di salute saranno costantemente monitorate dai medici e ricercatori. A dare la notizia è il governo stesso: mercoledì 17 febbraio le dichiarazioni ufficiali hanno annunciato l’abbrivo alla sperimentazione clinica. Lo studio rappresenta una vera sfida umana a livello internazionale, il cui progetto ha appena ricevuto l’approvazione etica da parte delle autorità locali ed è pronto a partire. Il governo aiuterà i finanziamenti con un importo pari a 33,6 milioni di sterline (38,6 milioni di euro).

LEGGI ANCHE >>> Parlamentare molestata da un collega durante l’assemblea

Metodi e obiettivi di ricerca

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE >>> Cortina 2021 senza Samira Zargari: il divieto del marito

Stando a quanto riporta la dichiarazione ufficiale del governo, lo studio sarà svolto in collaborazione con il Royal Free Hospital di Londra e dovrebbe iniziare nelle prossime settimane. I 90 volontari, di età compresa tra i 18 e i 30 anni, riceveranno un’iniezione a basso dosaggio di Covid-19 in un ambiente sterile e sicuro. Durante le due settimane di quarantena in ospedale, i pazienti saranno seguiti da medici e scienziati, pronti a garantire loro la sicurezza attraverso il monitoraggio sincronico degli effetti del virus nei loro organismi.

L’obiettivo di ricerca è ovviamente in linea con il progresso scientifico: individuare la quantità minima di Covid-19 necessaria affinché una persona contagiata possa essere dichiarata infetta. Queste informazioni dovrebbero consentire uno sviluppo rapido ed efficace dei vaccini. “Sebbene ci siano stati progressi molto positivi nella campagna vaccinale” – sottolinea il ministro Kwasi Kwarteng – “vogliamo trovare vaccini migliori e più efficaci per un dosaggio a lungo termine.”

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter

In the first COVID19 challenge trial, 90 volunteers will be infected with the SARS-CoV2 virus via drops in the nose. https://t.co/jQzxM6SQ75

— Eugenia Stonecroft (@EugeniaStonecr1) February 18, 2021

Un altro obiettivo di ricerca è studiare le primissime fasi embrionali dell’infezione SARS-CoV-2 prima dell’emergenza dei sintomi.

PER RIMANERE INFORMATO SU TUTTE LE NOTIZIE DEL GIORNO GUARDA IL TG DI YESLIFE

Fonte BBC

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *