sara,-infermiera:-“cuore-nero-di-blind-mi-ha-aiutata-a-conoscere-e-a-capire-meglio-milano”.

Sara, Infermiera: “Cuore nero di Blind mi ha aiutata a conoscere e a capire meglio Milano”.

Spread the love

infermiera giorgia

Grazie a “Cuore nero” di Blind la collega Sara ha conosciuto meglio Milano, città in cui si è vista precipitare per accettare un incarico da Infermiera in una RSA privata.

Sara è una Infermiera neo-laureata alla sua prima esperienza lavorativa. E’ stata assunta a Milano in una RSA, ma proviene dal profondo Sud catanzarese. Il suo primo impatto con la città metropolitana è stato devastante. L’ha aiutata a non scappare via e a conoscere una realtà tutta nuova per lei.

Sara ama il genere musicale Rap e Blind è il suo rapper preferito. Lei è originaria di un piccolo comune calabrese ed è uscita fuori dalla sua realtà finora solo per studiare. Ha 23 anni e tanti sogni nel cassetto e un “Cuore Nero” da ascoltare.

Il pezzo di Blind per lei è fenomenale e quando è un po’ giù per il troppo lavoro e per i turni massacranti lo ascolta e riascolta all’infinito convinta che la musica possa aiutare anche i professionisti sanitari a distaccarsi dalle troppe cose che non vanno nell’assistenza.

E lei canta a squarcia gola:

Lei che mi chiede se voglio uscire

Scusami ho troppo da fare

Tra poco ho un treno devo partire

Quindi c’è poco da fare

Tre e ventinove devo partire

Il Maru che passa a suonare

Faccio un po’ tardi, deve capire

Tanto corro per le scale

Ho anche finito le sigarette

Dopo le passo a comprare

Lei che continua a chiamare

Chiama e richiama su quel cellulare, ya, ya

Salgo sul treno tutto di fretta

Sai che sta vita, fra’, non aspetta

Ho fatto per anni quella gavetta

Solo vent’anni la guerra in testa

Quanto è bella Milano sotto il cielo blu

Roma è bella e mi manca adesso torno giù

Prendo quel che mi spetta e non ci penso più

Ora sono qua in alto

E mi hai dipinto il cuore di nero

E credimi che sbagli se pensi che io non ero qua

Ma adesso tu mi hai dipinto di nero

Già lo so, già lo so

E mi hai dipinto il cuore di nero

E credimi che sbagli se pensi che io non ero qua

Ma adesso tu mi hai dipinto di nero

Già lo so, già lo so

Ricordo gli scherzi che facevi a me

Quando ti incazzavi spegnevi il cell

Quando piangevi sotto le coperte

Chiedevo che avevi, dicevi “niente”

Ora dai basta non fare così

Nudi sul letto a guardare quel film

Ti porterò in un albergo a Paris

Ma ora ho da fare io non sono qui

Scendo dal treno la folla mi aspetta

C’è chi mi applaude chi invece non resta

Salgo sul taxi scortato alla festa

Troppi pensieri dentro la mia testa

Dentro il locale mi scorta la crew

Il primo pensiero tra quelli sei tu

Mischiando vodka con il Malibu

Brindiamo a Roma sotto il cielo blu

Quanto è bella Milano sotto il cielo blu

Roma è bella e mi manca adesso torno giù

Prendo quel che mi spetta e non ci penso più

Ora sono qua in alto

E mi hai dipinto il cuore di nero

E credimi che sbagli se pensi che io non ero qua

Ma adesso tu mi hai dipinto di nero

Già lo so, già lo so

E mi hai dipinto il cuore di nero

E credimi che sbagli se pensi che io non ero qua

Ma adesso tu mi hai dipinto di nero

Già lo so, già lo so, ehi

Bella canzone, che Sara ama cantare anche con i suoi assistiti mentre è in refettorio!

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *