recuperata-la-“scatola-nera”,-ma-la-nave-continua-ad-affondare

Recuperata la “scatola nera”, ma la nave continua ad affondare

Spread the love

SRI LANKA

06.06.2021 – 18:06

Il dispositivo è stato consegnato agli inquirenti dello Sri Lanka.

Il mercantile trasportava petrolio e acido nitrico. Le autorità portuali hanno finora escluso la fuoriuscita di liquidi. La situazione viene però monitorata 24 ore su 24.

COLOMBO – La “scatola nera” della nave portacontainer MV X-Press Pearl, che da alcuni giorni sta affondando al largo delle coste dello Sri Lanka dopo essere stata colpita da un incendio, è stata recuperata in queste ore.

Il dispositivo, che si trovava sul ponte del mercantile – rimasto per il momento al di sopra del livello delle acque -, è intatto e dovrebbe consentire agli inquirenti di fare luce sulle procedure e le comunicazioni tra l’equipaggio e i funzionari del porto di Colombo nei momenti che hanno preceduto l’incidente.

La causa dell’incendio non è stata infatti ancora determinata. L’ipotesi tuttora più accreditata è che il rogo, divampato lo scorso 20 maggio, sia da attribuire a parte del carico pericoloso trasportato dal mercantile, ossia alla massiccia quantità di acido nitrico. La nave ne trasportava infatti 25 tonnellate.

A queste si somma poi la presenza di altre sostanze chimiche e di circa 300 tonnellate di petrolio, che apparecchiano il potenziale per un enorme disastro ambientale. Fortunatamente, per il momento, le autorità portuali hanno escluso qualsiasi fuoriuscita di liquidi dal mercantile. Lo stesso non si può dire invece per quanto riguarda le plastiche, con diverse tonnellate di pellet di polietilene – usati nella produzione dei sacchetti – sversate nelle acque dell’Oceano Indiano.

Le autorità del Paese asiatico hanno infatti già vietato la pesca lungo circa 80 chilometri di costa. E la situazione viene monitorata 24 ore su 24. 

AFP

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *