premio-auto-europa-2022:-ecco-le-sette-finaliste
Spread the love

Una giuria d’eccezione sarà chiamata ad un compito impegnativo: quello di decretare la vincitrice del Premio Auto Europa 2022. Il tutto andrà in scena a Torino, dal 19 al 20 ottobre, ma per partecipare alla votazione ci si potrà anche collegare al sito http://www.premioautoeuropa.it esprimendo la propria preferenza.

Le finaliste sono sette, ma i modelli partecipanti erano 30

Dopo una prima selezione, che inizialmente ha visto coinvolti 30 modelli, i giornalisti della UIGA (Unione Italiana Giornalisti dell’Automotive), degli Opinion Leader, ed una Giuria Popolare, saranno chiamati a scegliere tra 7 modelli giunti sul mercato tra il 1 settembre 2020 ed il 31 agosto 2021. Di seguito le vetture che si contenderanno l’ambito riconoscimento.

Auto di categorie ed alimentazioni differenti figlie di un’offerta sempre più varia

Le protagoniste della fase finale del Premio Auto Europa sono dunque, in rigoroso ordine alfabetico, l’Audi Q4 e-tron, che rappresenta la proposta ad alimentazione elettrica della Casa dei Quattro Anelli nel segmento dei C-SUV, con un range di potenze compreso tra 170 e 300 CV, trazione posteriore o integrale, ed autonomia di oltre 500 km; la coraggiosa BMW Serie 4, in vendita anche con motorizzazioni mild-hybrid ed in variante cabriolet con capote in tessuto che si apre in soli 18 secondi anche in marcia fino a 50 km/h; la Cupra Formentor, SUV tutto nuovo del fresco e sportivo Brand spagnolo disponibile con motorizzazioni benzina, diesel, e plug-in hybrid; la Dacia Sandero, versione 2.0 di una segmento B forte di un rapporto prezzo/contenuti estremamente vantaggioso, e disponibile anche nella variante 1.0 TCe GPL per un’autonomia complessiva di 1.300 km; la nuova Fiat 500 icona di stile e di una sostenibilità glamour attraverso le motorizzazioni elettriche capaci di garantire fino a 320 km di autonomia; la Hyundai Tucson, il rivoluzionario SUV della Casa coreana che abbina un design futuristico ad una proposta di motorizzazioni che esplora tutto l’universo ibrido, dal mild fino al plug-in, passando per il full hybrid; e, infine, un riferimento per tutti i SUV compatti, la Nissan Qashqai, che è stata totalmente rinnovata e adesso adotta solamente motorizzazioni benzina mild hybrid, un telaio di nuova generazione, ed un’estetica rivista da ogni angolazione, oltre a contenuti hi-tech di prim’ordine.

Se vuoi aggiornamenti su Audi, Auto Elettriche, BMW, Cupra, Dacia, Eventi, Fiat, Hyundai, Nissan inserisci la tua email nel box qui sotto:

Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi di cui alla presente pagina ai sensi dell’informativa sulla privacy.

Abbiamo ricevuto la tua richiesta di iscrizione. Se è la prima volta che ti registri ai nostri servizi, conferma la tua iscrizione facendo clic sul link ricevuto via posta elettronica.

Se vuoi ricevere informazioni personalizzate compila anche i seguenti campi opzionali.

Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi di cui alla presente pagina ai sensi dell’informativa sulla privacy.


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *