pasqua-in-lockdown-3,-4-e-5-aprile,-tranne-sardegna:-speranza-conferma

Pasqua in lockdown 3, 4 e 5 aprile, tranne Sardegna: Speranza conferma

Spread the love

Lockdown generalizzato su tutto il territorio nazionale nei giorni di Pasqua, si salverà solo la Sardegna probabilmente. Il divieto di spostamento tra regioni verrà prorogato.

Si va verso il lockdown nei giorni di Pasqua ed in particolare nei giorni 3,4 e 5 aprile, durante i quali “disponiamo di una zona rossa di carattere nazionale, naturalmente eccetto le regioni in zona bianca”, ha detto il ministro della Salute Roberto Speranza, come riportato dal quotidiano Avvenire.

Il governo questa mattina ha preannunciato le nuove misure restrittive alle regioni durante una riunione, a cui segue il Consiglio dei ministri che dovrà varare le nuove misure.

Oltre al lockdown di Pasqua, il governo guidato da Mario Draghi dovrà decidere per una estensione del divieto di spostamento tra le regioni che scadrà sabato 27 marzo.

Un decreto legge e non più un Dpcm, stabilirà nuove regole che entreranno in vigore da lunedì 15 marzo fino a martedì 6 aprile.

La scelta di abbandonare i Dpcm, segue la pressante richiesta di molti partiti di coinvolgere anche il Parlamento nelle decisioni che impattano sulla vita degli italiani, essendo loro i diretti rappresentanti dei cittadini.


©
Sputnik . Tatyana Volobueva

Il presidente della Conferenza delle Regioni Stefano Bonaccini si è detto soddisfatto “perché (il provvedimento, ndr) permette a noi presidenti di prendere misure provinciali”, ha riferito.

200 mila dosi di vaccino al giorno

Sul fronte della campagna vaccinale, intanto, il ministro della Salute Roberto Speranza ha detto che ogni giorno vengono somministrate 200 mila dosi. Una informazione fornita ai presidenti di regione e agli enti locali durante l’incontro di questa mattina con le regioni stesse.

E per quanto riguarda la sicurezza dei vaccini, il ministro avrebbe detto:

“In Italia tutti i vaccini utilizzati sono efficaci e sicuri e il vaccino è l’arma fondamentale che abbiamo per superare questa fase”, lo riporta l’agenzia Ansa. La precisazione del ministro fa seguito alla pubblicazione di notizie di morti in Italia che vengono collegate all’assunzione del vaccino AstraZeneca nei giorni precedenti al decesso.

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *