parte-il-treno-del-commissario-montalbano,-l’itinerario-tra-montelusa-e-vigata
Spread the love

Sta per partire un treno storico che attraversa i luoghi raccontati da Andrea Camilleri nei suoi libri dedicati al mitico Commissario Montalbano. Montelusa, Vigàta e tutte quelle località che lo scrittore, prima, e la Tv, in seguito, hanno ridisegnato la mappa della Sicilia (immaginaria).

Molte scene della fiction RAI sulla cittadina di Montelusa sono state ambientate ad Agrigento. Scrive lo stesso Camilleri: “Agrigento sarebbe la Montelusa dei miei romanzi, però Montelusa non è un’invenzione mia ma di Pirandello, che ha usato questo nome molte volte nelle sue novelle: l’Agrigento di oggi la chiamava Girgenti e anche Montelusa, e io gli ho rubato il nome, tanto non può protestare”.

La cittadina di Vigàta, nata anch’essa dalla fantasia di Camilleri, è un insieme di location prese un po’ qua e un po’ là tra la provincia di Ragusa e di Agrigento. Chi arriva a Porto Empedocle troverà il cartello di benvenuto che indica “Porto Empedocle Vigàta”.

commissario-montalbano-nuovi.episodi-fiction-2020

Porto Empedocle ha omaggiato Camilleri

Il treno storico che partirà da Palermo il prossimo 31 ottobre, attraversando il cuore della Sicilia, arriverà ad Agrigento Bassa, la stazione da cui si dirama l’ottocentesca Ferrovia dei Templi che attraversa il Parco Archeologico e arriva fino al porto. Alla fermata Tempio di Vulcano, i viaggiatori che vorranno trascorrere la giornata tra le rovine dell’antica Akragas e il meraviglioso Giardino della Kolymbethra potranno scendere e, accompagnati dalle guide del FAI, potranno iniziare il percorso di visita.

Il treno proseguirà la corsa fino alle stazioni di Porto Empedocle Centrale (visitabile a richiesta, a cura dell’associazione Ferrovie Kaos) e Porto Empedocle Succursale. Qui, i viaggiatori saranno accolti dalle guide dell’Archeoclub d’Italia Agrigento e avranno la possibilità di partecipare a una escursione nei luoghi della Vigàta raccontata da Camilleri.

Valle dei Templi, Sicilia

La splendida Valle dei Templi

La passeggiata letteraria, con guide e studiosi del luogo, narreranno fatti e avvenimenti storici di Porto Empedocle, tra i vicoli che hanno segnato l’infanzia e la gioventù di Andrea Camilleri così come anche di Luigi Pirandello e dove spesso siamo soliti vedere passeggiare anche Salvo Montalbano insieme agli inseparabili colleghi, lo sciupafammine Mimì Augello e il giovane Giuseppe Fazio.

Il percorso si concluderà con l’evento nazionale cdell’Archeoclub intitolato” Chiese aperte”, giunto alla sua XXVII edizione. Sarà possibile visitare la graziosa Chiesa di Santa Croce, dedicata al culto della Madonna Addolorata, che sorge su una collina e che è legata ai fatti storici dei moti del ’48 partiti proprio da Palermo e giunti fino a Porto Empedocle dove, dentro la torre di Carlo V, furono trucidati i rivoltosi. Fatti raccontati anche nel primo romanzo storico di Andrea Camilleri del 1984 intitolato “La strage dimenticata”.

Il tour si concluderà con un rinfresco e un po’ di intrattenimento per poi ripartire per Palermo alle 18.30. Viaggiare su questo treno sarà un’esperienza unica e non soltanto per i luoghi che si visitano. Il treno storico infatti è composto da una locomotiva elettrica e da carrozze degli Anni ’30 “Centoporte” e degli Anni ’50 “Corbellini”.

Il treno parte da Palermo Centrale alle 9.20 e fa tappa a Bagheria, Termini Imerese, Roccapalumba Alia, Aragona Caldare, Agrigento Bassa, Tempio di Vulcano, Porto Empedocle Centrale per arrivare a Porto Empedocle Succursale alle 12.25.

Il viaggio sul treno dei luoghi del Commissario Montalbano costa 7 euro a persona ed è comprensivo di visita guidata, rinfresco e intrattenimento per chi prenota via mail. Sarà possibile perfezionare l’acquisto del pacchetto anche a bordo treno con un sovrapprezzo di 3 euro a persona.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *