omicidio-willy:-rito-abbreviato-negato-agli-imputati
Spread the love

Imputati

Imputati

La richiesta di rito abbreviato per il processo relativo all’omicidio di Willy Monteiro Duarte è stata rifiutata dal giudice per l’udienza preliminare. La richiesta era stata presentata, nei mesi scorsi, dagli avvocati degli imputati Marco e Gabriele Bianchi, Francesco Belleggia e Mario Pincarelli.

Omicidio Willy, giudice respinge richiesta di rito abbreviato per gli imputati

Negato l’accesso al rito abbreviato ai fratelli Marco e Gabriele Bianchi, a Francesco Belleggia e a Marco Pincaretti: è quanto stabilito dal giudice per l’udienza preliminare di Velletri.

Il magistrato, infatti, ha reputato inammissibile la domanda presentata dai legali degli imputati che, in questo modo, hanno tentato di ottenere uno sconto di un terzo della pena per i rispettivi clienti, rinunciando al diritto del processo, previsto per rendere giustizia al giovane Willy Monteiro Duarte.

Tuttavia, in casi di reati gravi come l’omicidio volontario, coincidente con l’accusa rivolta agli imputati, una simile opzione non è contemplabile, come ribadito dal rifiuto del giudice.

In questo contesto, intanto, è stato disposto il rinvio a giudizio di tutti e quattro gli imputati da parte della Corte d’Assiseche si riunirà il prossimo 10 giugno 2021.

Inoltre, il gip ha stabilito che gli imputati vengano processati per l’omicidio di Willy Monteiro Duarte con giudizio immediato, eliminando il ricorso all’udienza preliminare.

Il pestaggio a Colleferro e le aggressioni del gruppo di Artena

Il giovane Willy Monteiro Duarte è stato pestato brutalmente con calci e pugni lo scorso 6 settembre dai fratelli Bianchi, da Francesco Belleggia e da Mario Pincarelli, durante una rissa avvenuta a Colleferro e nella quale il ragazzo era intervenuto per aiutare un amico.

Sulla base delle testimoniante fornite dai presenti e delle ricostruzioni effettuate dalle forze dell’ordine, i quattro imputati si sono accaniti contro la vittima, colpendolo ripetutamente al torace e alla gola e causandone la morte.

A questo proposito, i risultati emersi dall’autopsia condotta sul corpo di Willy Monteiro Duarte hanno evidenziato il danneggiamento di tutti gli organi e numerose lesioni al cuore, scaturite in seguito ai colpi ricevuti.

Poco dopo il decesso del ragazzo, poi, gli inquirenti hanno rapidamente provveduto ad arrestare i fratelli Bianchi, Belleggia e Pincarelli, rifugiatisi nel locale gestito dal fratello maggiore di Marco e Gabriele Bianchi.

Nel corso delle indagini, poi, le autorità hanno avuto modo di verificare che gli accusati erano particolarmenteconosciuti nella zona di Artena e nei quartieri circostanti e che avevano, inoltre, svariati precedenti per droga e aggressione. Molte, infatti, le spedizioni punitive attuate dal gruppo nei confronti di chiunque non incontrasse il loro favore.

Per alcune delle aggressioni, i fratelli Bianchi sono stati talvolta processati e, nel corso della loro permanenza in carcere, sono stati nuovamente arrestati con le accuse di spaccio e traffico di stupefacenti.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *