ok-dell’ema-al-vaccino.-speranza:-“inizia-una-nuova-fase”
Spread the love

Al momento non ci sono indicazioni che il vaccino non funzionerà contro la variante del Covid”, ha detto Emer Cooke, direttrice esecutiva dell’Agenzia del farmaco

L’Agenzia europea del farmaco (Ema) ha dato l’ok condizionale al vaccino anti-Covid Pfizer-BioNTech. Lo comunica l’Ema. “Al momento non ci sono indicazioni che il vaccino non funzionerà contro la variante del Covid”: lo ha detto Emer Cooke, direttrice esecutiva dell’Agenzia del farmaco (Ema).

“Le notizie positive di oggi rappresentano un importante passo avanti nella nostra lotta contro questa pandemia”, ha aggiunto Emer Cooke, alla conferenza stampa dove è stato annunciato il via libera condizionale al vaccino anti-Covid Pfizer-BioNTech. “Abbiamo raggiunto questo traguardo grazie alla dedizione di scienziati, medici, e volontari della sperimentazione, nonché a molti esperti di tutti gli Stati membri dell’Ue – ha aggiunto – Possiamo garantire ai cittadini dell’Ue la sicurezza e l’efficacia di questo vaccino che soddisfa gli standard di qualità necessari”.

Gli effetti collaterali di questo vaccino sono gli stessi di quelli riscontrati sugli altri vaccini”. Lo ha detto Sabine Straus, presidente del comitato per la sicurezza dell’Ema, durante la conferenza stampa sull’autorizzazione del vaccino sviluppato da Pfizer/BioNTech. Gli effetti collaterali “piu’ frequenti” riscontrati nella fase di sperimentazione sono “dolore in fase di iniezione, stanchezza, mal di testa, dolore ai muscoli e ai legamenti, febbre alta”, ma “gli effetti collaterali durano circa un giorno”, ha detto Straus. L’esperta ha comunque raccomandato “un’importante azione di monitoraggio” alle autorita’ sanitarie sugli effetti riscontrati.

È la notizia che aspettavamo. La battaglia contro il virus e’ ancora molto complessa, come dimostrano anche le ultime notizie provenienti da Londra, ma avere a disposizione un vaccino efficace e sicuro apre una fase nuova e ci da piu’ forza e fiducia”, ha affermato il ministro della Salute, Roberto Speranza.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *