Spread the love

Il colosso dei chip Broadcom acquisterà la società di servizi cloud VMware con un accordo da 61 miliardi di dollari. Sarà una delle operazioni tecnologiche più rilevanti di tutti i tempi

Broadcom si lancia nel cloud con una maxi acquisizione.

Giovedì il colosso dei chip statunitense ha annunciato che acquisirà il provider statunitense di servizi cloud VMware con un accordo cash and stock da 61 miliardi di dollari.

Si tratta dell’offerta più grande e audace del produttore di chip per diversificare il proprio business nel software aziendale, segnala Reuters.

L’acquisizione è la seconda più grande annunciata a livello globale finora quest’anno, dopo l’accordo da 68,7 miliardi di dollari di Microsoft per il del produttore di videogiochi Activision Blizzard Inc. L’acquisizione diversificherebbe ulteriormente l’attività di Broadcom, dai semiconduttori ai software.

Secondo The Verge, la combinazione di VMware e Broadcom potrebbe essere potente, incentrata sull’infrastruttura aziendale e sul cloud computing.

Inoltre, l’operazione sarebbe un colpaccio anche per l’amministratore delegato di Dell Technologies Inc Michael Dell. Ricordiamo che VMware è stata scorporata da Dell a novembre 2021. Oggi la società si concentra sul cloud computing e sulla tecnologia di virtualizzazione Ma Michael Dell possiede una partecipazione del 40% in VMware, mentre la società di private equity Silver Lake possiede il 10%.

L’accordo dovrebbe concludersi nell’anno fiscale 2023.

Tutti i dettagli.

L’OFFERTA DI BROADCOM PER VMWARE

Il prezzo di offerta di Broadcom di 142,50 dollari per azione VMware rappresenta un premio di quasi il 49% rispetto all’ultima chiusura del titolo, quando i colloqui sono trapelati per la prima volta il 22 maggio.

In un colpo solo, l’accordo triplicherà quasi le entrate relative al software di Broadcom a circa il 45% delle sue vendite totali.

LA STRATEGIA DEL COLOSSO DEI CHIP AMERICANO

L’acquisizione, supportata da 32 miliardi di dollari di finanziamenti bancari, aiuterà a trasformare Broadcom in una società tecnologica diversificata che va dai chip ai servizi di cloud computing. commenta il Ft.

Il passaggio di Broadcom al software è iniziato dopo che il suo tentativo di acquisire il gigante dei chip mobili Qualcomm per 100 miliardi di dollari è stato bloccato dall’ex presidente degli Stati Uniti Donald Trump nel 2018 per motivi di sicurezza nazionale.

Da allora Broadcom ha rilevato la società di software aziendale CA Technologies Inc per 18,9 miliardi di dollari. Nel 2019 ha acquisito la divisione di sicurezza di Symantec Corp per 10,7 miliardi di dollari. Meno di 12 mesi dopo, ha venduto l’attività di Symantec ad Accenture per una somma non rivelata.

COSA FA VMWARE

La società statunitense VMware è dominante nel cosiddetto mercato del software di virtualizzazione, consentendo ai clienti aziendali di eseguire più applicazioni sui propri server.

Questa attività ha iniziato a rallentare poiché le aziende hanno trovato nuovi strumenti per operare tramite il cloud computing, spingendo VMware a cercare nuove offerte, anche attraverso una partnership con Amazon.com.

IL COMMENTO DEGLI ANALISTI

Positivi gli analisti.

“L’acquisizione di VMware sarebbe considerata strategica; coerente con l’attenzione di Broadcom sulla costruzione di una strategia focalizzata sui software per le infrastrutture aziendali” affermavano il 23 maggio gli analisti di Wells Fargo.

“Broadcom sarà immediatamente convalidato come uno dei principali attori del software con l’acquisizione di VMware”, sostiene l’analista di Futurum Research Daniel Newman.

“Avere qualcosa come VMware… aprirà un numero significativo di porte che il loro attuale portafoglio probabilmente non apre per loro”, ha aggiunto Newman.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie da EnergiaOltre!

Errore