nissan-juke-enigma:-la-prova-su-strada

Nissan Juke Enigma: la prova su strada

Spread the love

La Nissan Juke ha aperto la strada al filone dei B-SUV, attualmente uno dei più importanti sul mercato, e con la serie speciale Enigma guadagna l’assistente Amazon Alexa per continuare ad essere protagonista nella sua categoria.

Esterni: i dettagli la rendono unica

La linea della Juke era già originale, ma adesso, con la livrea bicolore dark metal grey nella quale il tetto nero si armonizza alla perfezione con i cerchi da 19 pollici, sono i dettagli a fare la differenza. Infatti, particolari come i retrovisori con finitura specifica, la rendono unica.

Non mancano i badge esterni, mentre il frontale mantiene la caratteristica del contrasto di forma delle firme luminose. Il tetto spiovente è un suo marchio di fabbrica e le conferisce quell’aria da coupé a ruote alte tanto apprezzata. Per il resto, il design dell’ultima generazione della Juke non ha assolutamente necessità di intervento alcuno, visto che è ancora attualissimo ed accattivante.

Interni: finiture migliorate e tutta la comodità dell’assistente Amazon Alexa

L’abitacolo spicca per la finitura dei sedili che richiama, in parte, quella del tetto. Plancia e volante sono impreziositi dal rivestimento in pelle, e lo schermo del sistema multimediale è al centro della scena.

Il valore aggiunto di questa serie speciale però è rappresentato dall’assistente Amazon Alexa, attraverso il quale è possibile inviare una destinazione al navigatore, conoscere l’autonomia in tempo reale, trovare l’auto in un parcheggio affollato, o verificare se le portiere siano state chiuse. In tutto ci sono 13 comandi codificati. Del modello originale rimane il grande bagagliaio da 422 litri ed anche una luminosità posteriore perfettibile.

Al volante: brillante ma non assetata

Una volta in marcia il 1.0 a 3 cilindri da 114 CV che rimane, per il momento, l’unico disponibile, si dimostra brillante, e la sinergia con il cambio manuale a 6 rapporti funziona, visto che le leva presenta una buona manovrabilità ed è situata alla giusta distanza. Volendo, è disponibile una trasmissione automatica a doppia frizione a 7 rapporti che aiuta nella guida in città. Nonostante il brio, enfatizzato anche da un buon appoggio in curva, i consumi si mantengono contenuti, con una media di 16 km/l.

In accelerazione il 3 cilindri si fa sentire, ma a velocità costante il comfort acustico è di buon livello. Non mancano gli ADAS di livello 2 che le garantiscono una sicurezza attiva da riferimento e, nel complesso, il quadro dinamico è sano, ma nei percorsi in salita, soprattutto con il cambio manuale, il ricorso al rapporto inferiore è fondamentale per ottenere maggiore rapidità in ripresa.

Prezzo: da 26.000 euro

Il prezzo di questa Juke non è un enigma, infatti è fissato in 26.000 euro tondi tondi, mentre si sale a 27.700 euro con il cambio automatico, ma la dotazione è ricchissima.

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *