muffin:-gli-errori-da-non-fare-per-prepararli-alla-perfezione

Muffin: gli errori da non fare per prepararli alla perfezione

Spread the love

In versione dolce o rustica, al cioccolato o al formaggio: alzi la mano chi non ha mai addentato dei muffin, soffici e deliziosi tortini lievitati, simbolo della cucina made in Usa. Spesso erroneamente confusi con i cupcakes, i muffin devono il loro nome alla parola francese moufflet, letteralmente “morbido”: va da sé che se i vostri sono duri come sassi o poco cresciuti forse qualcosa è andato storto. La ricetta dei muffin è incredibilmente semplice ma, come sempre in cucina, è importante fare attenzione a non commettere degli errori che, seppur banali, possono compromettere la vostra preparazione e rovinare la merenda che avete organizzato con i vostri amici. Impasto, pirottini, cottura e tempi: vediamo quali errori non commettere per portare in tavola muffin perfetti.

1. Non separare ingredienti secchi e ingredienti liquidi

Se volete preparare dei muffin perfetti, è molto importante non lasciarvi guidare dalla fretta e trattare con attenzione gli ingredienti. Le ricette dei muffin, dolci o salati che siano, prevedono infatti l’utilizzo di ingredienti secchi (farina, zucchero e lievito) da mescolare con ingredienti liquidi (uova, latte o burro): è molto importante che le due parti vengano prima lavorate separatamente e solo in un secondo momento unite (meglio unire sempre la parte umida a quella secca) e montate fino a formare l’impasto che andrete poi a cuocere.

2. Il lievito

Se pensate che aggiungere lievito “a occhio” sia una buona strategia per far gonfiare i vostri muffin e sfornarli soffici e spumosi, ci dispiace dirvi che vi sbagliate e non poco. Con troppo lievito i vostri muffin fuoriusciranno dagli stampini, con poco lievito non cresceranno e diventeranno dei piccoli e di certo non commestibili sassi. Soluzione? Seguire la ricetta, ovviamente e non perdere mai di vista la regola dei 16 grammi di lievito (una bustina) ogni 500 grammi di farina.

3. La densità dell’impasto

Una volta uniti gli ingredienti umidi a quelli secchi, è importante non lavorare troppo tempo l’impasto così da non correre il rischio di sfornare dei muffin secchi e poco spumosi: lavorate poco e velocemente incorporando più aria possibile, in modo da ottenere un impasto liscio e cremoso. Se prendendolo con un cucchiaio l’impasto non cola, allora è pronto per essere versato nei vostri pirottini.

4. Pirottini: quali e come riempirli

Giunto il momento di infornare, potete scegliere tra due opzioni: riempire dei pirottini in silicone per alimenti adatti alla cottura in forno, oppure adagiare dei pirottini di carta all’interno degli stampini per muffin: in questo modo, una volta cotti, non li distruggerete tirandoli fuori dagli stampi. Quanto impasto in ogni pirottino? Se non avete a disposizione un dosatore per muffin, potete andare “a occhio” riempiendo gli stampi con 3 cucchiai d’impasto, quasi fino all’orlo, in questo modo otterrete dei muffin ben cotti, soffici e alti al punto giusto.

5. La cottura

Se avete fatto tutto bene fino ad ora, non potete permettere che una cottura sbagliata rovini in lavoro fatto: forno preriscaldato, 180 °C gradi e 15-20 minuti di cottura sono le tre piccole regole da non dimenticare per avere dei muffin perfetti. I muffin saranno pronti quando la superficie sarà ben dorata e quando, alla prova dello stecchino, questo risulterà asciutto e senza residui di impasto. Una volta pronti, estraeteli dal forno e fateli leggermente intiepidire, così li potrete estrarre facilmente.

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *