motogp-–-test-losail:-jack-miller-e-gia-da-record-con-la-ducati:-piu-veloce-di-marquez
Spread the love
Jack Miller/credits: Ducati Corse

Marco Drogo


Marco Drogo


Editor Today e TorinoToday

10 marzo 2021 22:11

Un lampo nel deserto. Jack Miller, il nuovo pilota ufficiale della Ducati, ha iniziato la nuova avventura con il piede giusto e continua a stupire. L’australiano, che aveva chiuso al secondo posto i primi due giorni di test della scorsa settimana, oggi ha conquistato il miglior tempo in 1:53.183. Il Ducatista ha migliorato di 197 millesimi il record ufficiale della pista di Losail, detenuto da Marc Márquez (Honda) e risalente al 2019 (1:53.380). L’otto volte iridato è il grande assente di questi test e continua il percorso di riabilitazione dall’infortunio all’omero conseguenza della caduta dello scorso anno nel Gp di Spagna a Jerez. Recentemente ha dichiarato che tornerà in pista soltanto quando avrà recuperato al 100%.

Alle spalle di Miller, in seconda e terza posizione, si sono piazzate le due Yamaha ufficiali di Fabio Quartararo e Maverick Vinales, che hanno preceduto Johann Zarco (Pramac Racing), quarto e Pol Espargarò (Honda Repsol), quinto. Sesto tempo per l’Aprilia di Aleix Espargarò che precede le Suzuki del campione del mondo Joan Mir, settimo e del compagno di squadra Alex Rins, ottavo.

In nona posizione l’altra Ducati di Francesco Bagnaia, che è davanti alla Honda Lcr di Nakagami, decimo. Soltanto 11esimo, staccato di 1.184, Franco Morbidelli (Petronas Yamaha), che fa meglio del compagno di team Valentino Rossi, 13esimo a 1.555. Molti piloti sono ancora alla ricerca del miglior feeling con la propria moto. I test proseguono nei prossimi due giorni in vista della prima gara dell’anno.

La Motogp tornerà in pista il 28 marzo con la spettacolare e attesissima notturna in programma a Losail. Qui trovate il calendario completo.

Jack Miller (Ducati Lenovo Team, #43) – 1:53.183 (1°- 51 giri). “Oggi le condizioni erano davvero ottime e ci hanno permesso di ottenere dei tempi molto veloci: non c’era vento, la pista era pulita e anche i livelli di umidità erano perfetti. In realtà non ci siamo concentrati troppo sul “time attack”, ma abbiamo lavorato per migliorare ogni aspetto della moto. Stiamo cercando di guadagnare soprattutto un po’ di grip al posteriore nel terzo settore, dove fatichiamo ancora un po’. Anche oggi ho girato principalmente con la nuova carena, con la quale mi trovo davvero bene”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

MotoGp – Test Losail: Jack Miller è già da record con la Ducati: più veloce di Marquez

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *