mixedema:-infiltrazione-cutanea-dovuta-all’ipotiroidismo-che-porta-ad-edemi-del-viso-e-degli-arti.

Mixedema: infiltrazione cutanea dovuta all’Ipotiroidismo che porta ad edemi del viso e degli arti.

Spread the love

Il Mixedema è una delle complicanze più temute dai portatori di Ipotiroidismo. Si tratta di una infiltrazione cutanea che porta al rigonfiamento di arti e viso.

Il Mixedema è sicuramente una delle complicanze più temute da chi soffre di Ipotiroidismo. Si tratta di una infiltrazione cutanea che provoca edemi agli arti superiori ed infermieri e al viso. Vediamo di cosa si tratta più nello specifico.

Il termine Mixedema spesso viene associato talmente all’Ipotiroidismo che ne diviene un vero e proprio sinonimo. Si tratta di un rigonfiamento causato dall’accumulo eccessivo di liquidi (Edema) che appare fisso ed elastico.

E’ differente dall’Edema molle provocato da ritenzione idrica (come nel caso di insufficienza del ritorno venoso, insufficienza cardiaca, insufficienza epatica o insufficienza renale).

Il Mixedema non risparmia nessuno:

  • neonati;
  • bambini;
  • adulti;
  • anziani.

Si può presentare nei bimbi appena nati. E’ più frequente nelle donne tra i 30 e i 50 anni.

Il Mixedema Congenito.

Il Mixedema nel neonato può essere causato una atireosi (assenza della ghiandola tiroide) – come spiegano i colelghi di Star Bene – o da un blocco enzimatico tiroideo (disturbi ereditari della sintesi degli ormoni tiroidei).

Il Mixedema Congenito è scomparso nei paesi sviluppati, in cui si pratica lo screening sistematico dell’ipotiroidismo alla nascita.

I segni dell’accumulo compaiono nel giro di qualche mese: l’acquisizione del peso normale contrasta con una crescita staturale insufficiente.

Mixedema nel Paziente Pediatrico.

Il bambino, in uno stato di letargia psichica e fisica, appare eccessivamente tranquillo.

La suzione e la deglutizione gli risultano difficili, il pianto è rauco e la respirazione rumorosa.

Si constata inoltre la presenza di un ritardo psicomotorio e una sproporzione tra le grandi dimensioni della testa e la brevità degli arti.

Il trattamento si basa sulla somministrazione più tempestiva possibile di ormoni tiroidei.

Se avviato alla nascita, il trattamento, per via orale, previene la comparsa di tutti i sintomi; deve essere però continuato per tutta la vita.

Mixedema nel Paziente Adulto.

Nell’adulto la causa di questa infiltrazione cutanea può essere costituita sia da un meccanismo autoimmune, che può scatenarsi in seguito a tiroidite di Hashimoto o morbo di Basedow-Flajani-Graves, sia dalla conseguenza dell’ablazione della tiroide, di un trattamento con iodio radioattivo o, più spesso, di una carenza di iodio.

I segni e i sintomi del Mixedema.

I sintomi, in particolare disturbi intellettivi e psichici, compaiono progressivamente: i gesti e l’eloquio sembrano come rallentati, il cuore batte lentamente e il volto ha un’espressione fissa; la pelle del viso e del collo è tumefatta, pallida, fredda e secca; i capelli e le sopracciglia cadono. Un mixedema provoca generalmente un moderato aumento di peso e raucedine. Il paziente soffre particolarmente il freddo, accusa stipsi e crampi muscolari e spesso manifesta tendenze depressive.

La Diagnosi e l’evoluzione clinica del Mixedema.

La diagnosi si basa sui dosaggi ematici, che mettono in evidenza una diminuzione dei livelli di tiroxina (T4) e triiodotironina (T3) e un aumento della tireotropina (TSH). In caso di malattia ipofisaria il TSH è basso. In assenza di trattamento esiste un grave rischio di evoluzione verso il coma mixedematoso.

Come trattarlo?

Il trattamento, che deve essere continuato per tutta la vita, consiste nella somministrazione quotidiana di ormoni tiroidei per via orale.

Leggi anche:

Ipotiroidismo: una sindrome patologica della Tiroide che determina uno squilibrio nell’organismo.

Caviglie Gonfie. Viaggio nelle cause che portano ad un problema spesso sottovalutato.

L’articolo Mixedema: infiltrazione cutanea dovuta all’Ipotiroidismo che porta ad edemi del viso e degli arti. proviene da AssoCareNews.it – Quotidiano Sanitario Nazionale.

Related Posts