Spread the love

I conti di Microsoft del secondo trimestre superano le attese ma pesa il calo XBox. Ecco numeri, commenti e scenari

Trimestrale da record per Microsoft.

Il colosso di Redmond ha battute le aspettative di Wall Street in termini di entrate e guadagni, poiché il calo delle vendite di Pc derivante da una carenza globale di chip è stato più che compensato da un boom dei servizi cloud.

Nel suo quarto trimestre fiscale, secondo trimestre anno solare, il colosso di software e hardware ha riportato un utile per azione, su base adjusted, pari a 2,17dollari, meglio degli 1,92 attesi dal consensus; il fatturato si è attestato a 46,15 miliardi, rispetto ai 44,24 miliardi stimati, e in crescita del 21% su base annua. L’utile netto è balzato del 47%.

Tuttavia, calano di quasi il 3% le azioni di Microsoft nell’afterhours dopo che nel quarto trimestre del suo anno fiscale 2021 l’azienda ha riportato un calo nelle vendite di contenuti e servizi per la console di giochi Xbox, scese del 4% negli ultimi tre mesi mentre un anno fa avevano fatto segnare un +65%.

CRESCONO LE ENTRATE

Le vendite nei tre mesi terminati a giugno hanno raggiunto i 46,2 miliardi di dollari, in aumento del 21% rispetto all’anno precedente, battendo il consenso degli analisti di circa 2 miliardi di dollari, secondo i dati IBES di Refinitiv.

“I nostri risultati mostrano che quando eseguiamo bene e soddisfiamo le esigenze dei clienti in modi differenziati in mercati grandi e in crescita, generiamo crescita”, ha dichiarato in una nota Satya Nadella, ceo dell’azienda.

E GLI UTILI

Negli ultimi tre mesi del proprio anno fiscale, l’azienda tecnologica statunitense ha visto gli utili aumentare a 16,46 miliardi di dollari, o 2,17 dollari ad azione, dagli 11,20 miliardi di dollari, o 1,46 dollari ad azione, dello stesso periodo dell’anno scorso. Mentre le attese erano per un utile ad azione pari a 1,92 dollari su un giro d’affari pari a 44,24 miliardi di dollari.

BENE MICROSOFT AZURE

Il segmento di Intelligent Cloud ha visto i ricavi salire a 17,38 miliardi di dollari, sopra le attese per 16,33 miliardi di dollari.

Microsoft ha registrato una crescita per la sua attività di cloud computing del 30% (anche se questa area sta ancora soffrendo per la perdita del maxi contratto Jedi da 10 miliardi di dollari in 10 anni per l’infrastruttura cloud del Pentagono).

A trainare il comparto è Azure, il servizio cloud dell’azienda, che ha visto le vendite crescere del 51% nel trimestre, superando le attese per un +45,3%; Microsoft non ha però fornito i ricavi di Azure in dollari.

IN RIALZO ANCHE OFFICE E LINKEDIN

Il segmento Produttività e Business, che contiene Office, Dynamics e LinkedIn, ha contribuito con ricavi di 14,69 miliardi, in rialzo del 25% e sopra i 13,93 miliardi attesi. Mentre il settore personal computing, che contiene anche Windows ed il gaming, ha visto il fatturato salire di oltre il 9% a 14,09 miliardi di dollari, superando di poco le attese degli analisti per 13,74 miliardi.

Le vendite di nuove installazioni Windows sono leggermente diminuite, poiché la carenza di chip e catena di approvvigionamento ha impedito l’ingresso sul mercato di nuovi computer.

COSA SUCCEDE ALLE VENDITE LEGATE A XBOX

Mentre le vendite della console Xbox sono aumentate, le entrate derivanti dai contenuti di gioco sono diminuite del 4%, riflettendo il modo in cui un anno fa i clienti stavano a casa e giocavano di più online.

L’ACQUISIZIONE DI NUANCE COMMUNICATIONS

Tra gli eventi da segnalare negli ultimi tre mesi, Microsoft ha annunciato l’acquisizione di Nuance Communications, la compagnia esperta in programmi di riconoscimento vocale, per 16 miliardi di dollari e l’assunzione di debiti; ed ha presentato Windows 11, la nuova versione del suo sistema operativo.

LE PREVISIONI PER IL PROSSIMO TRIMESTRE

Risultato di bilancio più che solido per Microsoft che, oltre a battere le stime, ha detto di prevedere per il suo primo trimestre fiscale utili e un fatturato trimestrale migliori delle attese.

Riguardo alla guidance, Microsoft prevede un fatturato del suo segmento Produttività e Business Processes tra 14,5 miliardi e 14,75 miliardi, superiore ai 14,07 miliardi attesi dal consensus di StreetAccount.

Per la divisione di Intelligent Cloud, le stime sono di un giro d’affari compreso tra 16,4 miliardi e 16,65 miliardi, superiore ai 15,71 miliardi stimati. Per il segmento More Personal Computing la guidance è di un risultato compreso tra 12,4 miliardi e 12,8 miliardi, con la media del range poco al di sotto rispetto ai 12,67 miliardi attesi dal consensus.

LA CAPITALIZZAZIONE

La capitalizzazione di mercato di Microsoft si attesta a quasi 2,2 trilioni di dollari, dopo essere salita di quasi il 30% finora quest’anno, rispetto al 18% dell’indice S&P 500 complessivo, secondo i dati di Refinitiv Eikon basati sul prezzo di chiusura di lunedì, riporta Reuters.

IL COMMENTO DEGLI ANALISTI

“Le azioni di Microsoft hanno fatto una grande corsa dall’inizio della pandemia e vengono scambiate a multipli elevati”, ha affermato Haris Anwar, analista senior di Investing.com, scrive ancora Reuters. “Dopo un rally così potente, le sue azioni potrebbero prendere una pausa, soprattutto quando gli investitori non sono ancora chiari su come evolverà lo scenario della domanda nell’ambiente post-pandemia”.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore