michela,-oss:-“la-riforma-della-categoria-non-puo-non-passare-dalla-scelta-universitaria”.

Michela, OSS: “la riforma della categoria non può non passare dalla scelta universitaria”.

Spread the love
Female nurse with a mask putting on gloves

Ci scrive Michela Perruso, Operatrice Socio Sanitaria: “la riforma della categoria non può non passare dalla scelta universitaria”.

Egr. Direttore di AssoCareNews.it,

ciao mi chiamo Michela Perruso, ho 28 anni, e sono una Operatrice Socio Sanitaria. Da tempo sto seguendo il dibattito creato dal vostro giornale relativo alla riforma della formazione degli OSS a livello nazionale.

Dico subito che sono d’accordo con voi. Non si può partire con la riorganizzazione se non si ha una dimensione nazionale di questa professione, oggi rilegata alle decisione e alle politiche clientelari di questo o quel Governatore territoriale.

Sono dell’idea che servano poche cose per rilanciare la nostra figura e renderla idonea all’assistenza che cambia:

  • formazione unica nazionale;
  • percorso para-universitario;
  • diploma di maturità per tutti, anche per i vecchi OSS;
  • nuovo profilo professionale, con maggiore chiarezza sui ruoli e sulle responsabilità dell’Operatore Socio Sanitario.

Quindi continuiamo su questa strada, io vi sosterrò.

Ciao.

Michela Perruso, OSS

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *