lucca,-neonata-positiva-al-metadone-in-coma:-indagata-la-madre
Spread the love

La piccola di appena 40 giorni è stata portata in ospedale in condizioni critiche lo scorso 11 marzo. I genitori hanno detto che non respirava bene. Ma dalle analisi sono emerse tracce di cocaina e metadone nelle urine della bambina.

Una neonata positiva al metadone versa in condizioni gravissime all’ospedale di Pisa. Dagli accertamenti risulterebbero anche tracce di cocaina nelle urine, ma in presenza minore.

I genitori hanno portato la bambina di soli 40 giorni al Pronto Soccorso di Lucca, dicendo che aveva problemi respiratori nel lettino. Ma quando è arrivata in ospedale la piccola era già in coma per arresto respiratorio ed è stata quindi trasportata d’urgenza a Pisa. 

La squadra mobile di Lucca ha avviato immediatamente un’indagine procedendo all’esame delle urine, poiché che gli accertamenti dei medici non erano sufficienti a spiegare il quadro clinico della neonata. 

Dalle analisi è emerso un tasso di metadone pari a 1.644 ngml e di cocaina di 74 ng/ml. Per entrambe le sostanze la positività è accertata quando questi valori sono maggiori di 100. 

Alla polizia “è apparso evidente che a fronte di un dato così elevato alla neonata sia stato somministrato metadone”. Dagli accertamenti risulterebbe infatti che la bambina non sia allattata. Sulla base di questi elementi investigativi è stata posta sotto indagine la madre. 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *