li-taccu-di-benedetta
Spread the love

Li taccù di Benedetta

Li taccù: un primo piatto marchigiano ricco e gustoso

Con questa ricetta entriamo insieme a Benedetta nel cuore della tradizione marchigiana, preparando un primo piatto cosiddetto “povero” ma ricco di gusto: li taccù. Per realizzarli, Benedetta ha invitato nella sua cucina un’ospite d’eccezione: sua mamma, grande esperta di taccù e in generale di pasta fresca fatta in casa.

Li taccù ricetta originale

Da cosa deriva il nome in dialetto marchigiano di questo gustoso primo piatto? Alcuni dicono che nasca dal tac tac tac che si sente quando si taglia la pasta, altri invece credono derivi dalla loro forma rettangolare simile a quella dei tacchi degli scarponi che si producevano fin dall’800 nello stesso territorio.

Li taccù sono una pasta fresca realizzata solo con farina di semola e acqua. Le uova, infatti, erano un tempo considerate un bene prezioso e difficilmente reperibili. Si potevano acquistare solo dalle vergare, cioè le matrone che nella casa si occupavano di famiglia, cucina e animali.

Impastare e stendere la pasta è naturalmente la parte più importante per la preparazione dei taccù. Benedetta ha affidato il compito a sua mamma, che ci mostra come fare: in una ciotola si impasta l’acqua con la farina di semola sino a ottenere un impasto liscio, sodo e consistente. Poi si inizia a stendere la sfoglia: è importante che il mattarello giri e pressi allo stesso tempo, mentre le mani si spostano dal centro del mattarello sino alle estremità. L’impasto deve essere steso fino a essere sottile come un velo.

Una volta stesa la pasta, la divideremo in strisce larghe circa dieci centimetri, sovrapponendole poi le une alle altre per poterle tagliare più velocemente in tanti rettangoli.

La cottura dei taccù è semplicissima ed è quella classica della pasta fresca fatta in casa: si fanno cuocere in acqua bollente salata e quando salgono a galla sono pronti.

li taccù di Benedetta

Come condirli

Per condire li taccù Benedetta ha scelto di preparare il sugo con cui di solito nella sua famiglia si accompagna questo piatto, un condimento saporito e molto ricco preparato facendo rosolare in un trito di cipolle due salsicce sbriciolate, funghi e piselli.

Non abbiamo tutti questi ingredienti in casa? Nessun problema: li taccù sono ottimi anche conditi con zucchine e cipolle, oppure con un sughetto di funghi trifolati, o anche in rosso con un buon sugo di pomodoro fresco. E se siamo curiosi di provare un altro primo piatto della tradizione marchigiana, niente di meglio delle fregnacce in questa deliziosa versione di Benedetta.

Forza, raggiungiamo Benedetta e la mamma in cucina e mettiamo alla prova la nostra abilità con la pasta fresca!

Li taccù di Benedetta Tempo Preparazione

per la pasta

  • 400 g farina di semola
  • 200 ml acqua

per il condimento

  • 1/2 cipolla
  • 2 salsicce
  • 250 g piselli
  • 250 g funghi
  • olio extravergine d’oliva q.b.
  • sale q.b.

Articolo scritto da Redazione