la-sua-infanzia-non-e-stata-rose-e-fiori.-ma-lei-ha-trovato-la-forza-per-reagire
Spread the love

Sorella minore di due attori – il fratello ha interpretato Pugsley Addams nel film La Famiglia Addams degli anni ’90 –  era prevedibile che anche Ariel Winter Workman, 24 anni, considerasse la recitazione come la sua strada “naturale”.

A soli 4 anni, infatti, appare già nelle prime pubblicità. Ma il suo lavoro di baby attrice diventa presto per la madre Chrisoula una vera e propria ossessione.

Ariel Winter

Ariel Winter. (Getty Images)

La famiglia di Ariel Winter

Come ha raccontato spesso Ariel Winter, sua madre la considerava una «macchina da soldi». Durante la sua infanzia, infatti, ha subito moltissime pressioni da parte di Chrisoula.

Tanto che, una volta cresciuta, l’attrice l’ha denunciata per aver abusato di lei emotivamente. Come sua tutrice, una volta allontanata dalla madre, è stata nominata Shanelle Workman – sua sorella maggiore – la quale ha sostenuto davanti al giudice che la madre era stata violenta dal punto di vista fisico ed emotivo nei confronti di Ariel.

Sotto, Ariel da bambina con baby Yoda

Tutta un’altra cosa, invece, il rapporto con il padre. Recentemente ha ringraziato Glenn Workman, il papà, su Instagram, definendolo «il miglior papà che ci sia. Sono una ragazza fortunata. Ti voglio bene».

Il primo lavoro di Ariel Winter

Ariel Winter ha recitato nella prima volta in tv nella serie americana CBS Listen Up, nel 2004, ma lo show è stato presto cancellato.

Nonostante la sfortuna di quella prematura cancellazione, la sua carriera non è finita lì. Anzi: Listen Up le ha permesso di essere stata scelta anche in altre serie, come Detective Monk, Bones, Criminal Minds ed ER – Medici in prima linea.

La vera occasione, però, doveva ancora venire. E si chiamava Modern Family.

ariel winter

Ariel Winter. (GettyImages)

Ariel Winter in Modern Family

Dal 2009, e per oltre 250 episodi, Ariel Winter interpreta Alex Dunphy, la seconda figlia di Claire e Phil Dunphy nella famosa serie Modern Family.

Con i suoi colleghi, nonostante lei fosse solo una bambina, «ci siamo piaciuti fin dall’inizio», ha rivelato a Good Morning America. «C’era una buona chimica tra noi». Quando, nell’11° stagione, ha detto addio alla serie, «è stato molto triste», ha raccontato.

Sotto, Ariel Winter nella serie Modern Family

«Tutti nel cast si vogliono bene e tutti amiamo la serie», aveva spiegato negli ultimi giorni sul set, «ma sono passati 11 anni. Credo che le persone siano pronte a fare cose nuove. Siamo molto tristi perché non ci vedremo ogni settimana, ma è stata metà della mia vita. Avevo 11 anni quando ho iniziato a recitare in questa seria e ne avrò 22 quando finirà».

La difficoltà di crescere in tv

Crescere in tv, per lei, non è stato però rose e fiori. «Se devo essere onesta, penso che sia difficile per qualsiasi attore bambino crescere davanti a milioni di persone, perché pensano di conoscerti», ha spiegato. «E pensano di poter commentare tutto quello che indossi e tutto quello che fai, o come cresci e cambi. […] probabilmente è stato più facile per i ragazzi».

Soprattutto, ha odiato «l’anno in cui ho avuto l’apparecchio. È stato un anno davvero imbarazzante per me, perché ho attraversato anche la pubertà quell’estate».

Il bullismo subito via social

Sempre sotto i riflettori, Ariel Winter è stata anche bersaglio di bullismo online. «Mi hanno definito una tr*** grassa quando avevo 13 anni. È stata dura», ha raccontato.

«Sono ingrassata e il mio corpo è cambiato, ho dovuto indossare abiti diversi. Quando mettevo un vestito particolare, i titoli dei giornali erano orribili».

ariel winter

Ariel Winter allo Spotify Best New Artist 2020 Party a Los Angeles nel 2020. (GettyImages)

Per lei «è stata dura», ma ad aiutarla «sono stati i fan, alcuni di loro. Abbiamo fan adorabili e meravigliosi». Altri, invece, «erano duri con me perché amavano Alex Dunphy, il mio personaggio. Ma io non ero Alex Dunphy e non assomigliavo a lei, non volevo vestirmi come Alex. Non sono il mio personaggio. “Come sei passata da Alex Dunphy al trasformarti in una p***?”, mi dicevano. Stai cercando di essere sexy, hai 13 anni, sei un orribile modello. Sei così grassa».

Il percorso di terapia di Ariel Winter

Com’è immaginabile, quei commenti non sono passati indenni nella psiche di Ariel Winter, ma hanno lasciato profondi strascichi. Per uscire da uno stato di depressione, ha scelto di affidarsi alla terapia. «Assumevo degli antidepressivi e ho preso altro peso», ha raccontato l’attrice.

«È stato difficile andare a scuola, è stato difficile leggere i commenti online, il mio profilo Instagram è stato inondato di commenti negativi».

Così ha pensato di dover cambiare per trovare l’approvazione degli altri. «Mi odiano, devo lavorarci. Devo essere più magra, devo cambiare i miei capelli, le mie guance hanno un aspetto strano», pensava. Se avesse cambiato queste cose di lei, loro l’avrebbero amata.

Oggi «sono anni che faccio terapia due volte a settimana», ha spiegato. «Amo il mio terapista e amo il mio tempo in terapia». Con gli anni, fortunatamente, la terapia ha dato i suoi frutti.

Ariel winter

Ariel Winter nel 2021 a Los Angeles. (GettyImages)

La serie Hungry

Ariel Winter presto sostituirà l’attrice Demi Lovato – che resterà come produttrice esecutiva – nel ruolo della protagonista di Hungry, la serie comedy in fase di sviluppo per NBC.

lI progetto, annunciato a gennaio 2021, racconta la storia di una comitiva di amici che fanno parte di un gruppo di supporto per persone con disturbi alimentari. E le vicende degli amici si intrecciando anche alle loro avventure amorose.

L’intervento di riduzione al seno

A proposito di corpo che cambia, nel 2015, l’attrice ha rivelato perché ha deciso di sottoporsi a un’operazione di riduzione del seno, passando da una quarta a una terza.

L’operazione andò benissimo, e lei ne fu entusiasta. «È incredibile sentirsi finalmente bene», ha raccontato. «Così è come sarei dovuta essere. Mi sento benissimo, ho recuperato rapidamente. Ero di nuovo attiva in soli 5 giorni. La sensazione di non avere più così tanto seno è stata un sollievo».

Prima di fare la mastoplastica riduttiva, «avevo un sacco di guai alla schiena. Non riuscivo a stare in piedi per un lungo periodo. Aveva iniziato a farmi così male che non riuscivo a sopportare il dolore».

Ricevi news e aggiornamenti sulle ultime tendenze beauty direttamente nella tua posta

Insieme a Luke Benward. (GettyImages)

Dopo l’operazione al seno, ha potuto riprendere anche a fare sport, la sua vera passione. Ariel Winter infatti è anche cintura viola nel taekwondo. Qualcuno gentilmente avvisi Luke Benward, il suo fidanzato dal 2019, di non farla arrabbiare.

iO Donna ©RIPRODUZIONE RISERVATA