La Raggi che vorrebbe ricandidarsi non sa nemmeno come si chiama Ciampi e Mattarella non partecipa alla cerimonia.

Spread the love

CIAMPI E INCIAMPI – NON SOLO LA TARGA SBAGLIATA PER COMMEMORARE L’EX PRESIDENTE (AZELIO AL POSTO DI AZEGLIO) MA IL MARMISTA CHE CORREVA PER LA CITTÀ PER PROVARE A CONSEGNARE LA SCRITTA CORRETTA NON E’ RIUSCITO AD ARRIVARE IN TEMPO ALLA CERIMONIA PERCHE’ E’ STATO FERMATO DAI VIGILI – LA RESPONSABILE DELL’ERRORE E’ UNA DIPENDENTE DELL’UFFICIO TOPONOMASTICA CHE SARÀ SANZIONATA E TRASFERITA – E TRA I GRILLINI CIRCOLA L’IDEA DEL COMPLOTTO ANTI-RAGGI…

Per tutta la mattinata di ieri la toponomastica di Roma ha annoverato un largo Carlo Azelio Ciampi. Azelio, non Azeglio, senza la g, con un errore ancora più imperdonabile perché nelle stesse ore la sindaca di Roma, Virginia Raggi, ha dovuto inaugurare alla presenza del presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, uno slargo dedicato all’ ex inquilino del Colle con una targa sbagliata. Sostituita soltanto in seguito, senza poterla scoprire durante la cerimonia in diretta televisiva nazionale tra lo stupore delle massime autorità del Paese: tra gli altri, i presidenti di Camera e Senato, Roberto Fico ed Elisabetta Maria Casellati, il governatore di Banca d’Italia, Ignazio Visco, l’ ex premier Giuliano Amato, i vertici dell’ esercito e delle forze dell’ ordine.

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *