la-mappa-dei-raccomandati-del-vaccino,-le-pistole-di-biden,-i-disservizi-del-copasir,-le-cose-turche

La mappa dei raccomandati del vaccino, le pistole di Biden, i disservizi del Copasir, le cose turche

Spread the love

Draghi, vaccini, Copasir, Biden, Bettini, Conte e burlesque. Fatti, nomi, numeri, polemiche e curiosità. I tweet di Michele Arnese, direttore di Start

GLI APPUNTI DI DRAGHI

«Uno può banalizzare e dire: smettetela di vaccinare chi ha meno di 60 anni, i ragazzi, psicologi di 35 anni». Dopo riceve un appunto. E ricalibra: quello degli psicologi un esempio, giusto vaccinare chi è in prima linea, parlavo di chi non è esposto. (fonte: Repubblica)

— Michele Arnese (@Michele_Arnese) April 9, 2021

COSE TURCHE

“Con i dittatori bisogna essere franchi, ma cooperare” (Draghi parlando di Erdogan). “Retorica populista del presidente del Consiglio italiano nominato e le sue brutte dichiarazioni sul nostro presidente eletto» (ministro Esteri turco).

— Michele Arnese (@Michele_Arnese) April 9, 2021

BREVE MAPPA REGIONALE DEI RACCOMANDATI DEL VACCINO

Tra i vaccinati che hanno saltato la fila anagrafica ricadendo nella categoria «altro», la più alta percentuale si trova in Sicilia, Campania, Calabria e Valle d’Aosta. (Corsera)

— Michele Arnese (@Michele_Arnese) April 9, 2021

Vaccini. “C’è chi ha favorito gli avvocati, come la Toscana. Chi i giornalisti, come la Campania. Chi i volontari del terzo settore, come la Lombardia. Si aggiunge ora il caso Puglia, dove a Taranto sono stati vaccinati preti, sacerdoti e operatori della Caritas”. (Sole 24 Ore)

— Michele Arnese (@Michele_Arnese) April 9, 2021

Su 11.850.555 dosi, quelle non destinate a over 80, a ospiti delle Rsa, a operatori sanitari, a personale «non sanitario» o scolastico e alle forze armate sono state 2.236.752. Più della metà delle 4.106.273 dosi degli over 80. (Fonte: Corriere della Sera)

— Michele Arnese (@Michele_Arnese) April 9, 2021

“Ad oggi i veri e propri ”furbetti” oggetto di indagine da parte di procure e carabinieri del Nas sono quasi mille in tutta Italia. Al Nord ce ne sono circa 640; al Sud circa 280 e nel Centro siamo a circa 60”. (Sole 24 Ore)

— Michele Arnese (@Michele_Arnese) April 9, 2021

AUTOLESIONISMI PANDEMICI

“A gennaio gli accessi alle neuropsichiatrie infantili per tentato suicidio in Lombardia sono stati 86, quasi un raddoppio su un anno prima”, dice Maria Antonella Costantino, direttore dell’Unità operativa di Neuropsichiatria dell’infanzia e adolescenza del Policlinico di Milano.

— Michele Arnese (@Michele_Arnese) April 9, 2021

Studio sui pronto soccorso pediatrici di Torino, Cagliari e di altri 21 ospedali in dieci Paesi durante la prima ondata Covid pubblicato su «European Child and Adolescent Psychiatry»: gli accessi per atti di autolesionismo in marzo e aprile 2020 aumentano dal 50% al 57%.

— Michele Arnese (@Michele_Arnese) April 9, 2021

CIAO ASTRAZENECA?

“Rischio fuga dal vaccino AstraZeneca per il calo di fiducia: ieri solo in Lombardia si sono registrate il 15% di defezioni con punte del 30-40% negli hub di Cagliari e di Potenza”. (Sole 24 Ore)

— Michele Arnese (@Michele_Arnese) April 9, 2021

LE MODERATISSIME SINTONIE NEL CENTRODESTRA SU COPASIR E RAI

Elio Vito (Forza Italia, membro Copasir) si mostra in disaccordo alla scelta di Volpi (Lega) di non dimettersi dalla presidenza del Copasir: «Il rispetto della norma di legge che assegna la presidenza all’opposizione non può essere discrezionale».

— Michele Arnese (@Michele_Arnese) April 9, 2021

Volpi: «Tutti i componenti del Copasir rimettano il loro mandato». Così «la ricomposizione dello stesso» avrebbe «5 esponenti dell’opposizione, tra cui si potrà votare il presidente». Una mossa che, secondo i rumors del Corsera, “sarebbe utile a Volpi a restare in sella”.

— Michele Arnese (@Michele_Arnese) April 9, 2021

“Scorre veleno tra i due “alleati” del centrodestra. Il riferimento alle poltrone che fa Salvini non è solo alla presidenza del Copasir. Nella Lega spiegano che FdI vorrebbe la presidenza della Rai, della commissione di Vigilanza Rai”. (La Stampa)

— Michele Arnese (@Michele_Arnese) April 9, 2021

“Scorre veleno tra i due “alleati” del centrodestra. Il riferimento alle poltrone che fa Salvini non è solo alla presidenza del Copasir. Nella Lega spiegano che FdI vorrebbe la presidenza della Rai, della commissione di Vigilanza Rai”. (La Stampa)

— Michele Arnese (@Michele_Arnese) April 9, 2021

L’AGORA’ THAILANDESE DI BETTINI

Nasce la corrente di Bettini nel Pd: il 14 sarà presentato il manifesto delle Agorà, con intellettuali come Mario Tronti e Nadia Urbinati, del leader di Sant’Egidio, Andrea Riccardi, dei ministri Orlando e Speranza, e dell’ex governatore della Toscana Enrico Rossi. (La Stampa)

— Michele Arnese (@Michele_Arnese) April 9, 2021

CONTE ROTTAMA CASALEGGIO

“M5s rompe con Rousseau: voterà su altre piattaforme”. (fonte: Il Messaggero)

— Michele Arnese (@Michele_Arnese) April 9, 2021

TRIVELLIAMO?

“L’industria delle trivelle riparte, via libera a 9 nuovi progetti. Accelerazione per l’esame di compatibilità ambientale, approvati oltre 20 pozzi”. (Sole 24 Ore)

— Michele Arnese (@Michele_Arnese) April 9, 2021

LE FOLGORAZIONI DEL SOLE

“Gran parte delle innovazioni di maggior successo sono il frutto di robusti investimenti nella ricerca con fondi forniti dai governi dei diversi Paesi, dei cui benefici si sono appropriati società multinazionali, i loro dirigenti e i loro azionisti”. (Vincenzo Visco sul Sole)

— Michele Arnese (@Michele_Arnese) April 9, 2021

LA CORRIDA AUTOSTRADALE

“Quello che Perez di Acs e il suo alleato londinese Hohn (fondo Tci) non dicono è di chi sarà il controllo del nuovo gruppo autostradale se Atlantia seguisse queste sirene. Ed è facile prevedere che il controllo di Aspi Abertis post fusione passerà in mani spagnole”. (Pons, Rep)

— Michele Arnese (@Michele_Arnese) April 9, 2021

LE PISTOLE DI BIDEN

Biden ha annunciato primi provvedimenti per il controllo delle armi, soprattutto per le cosiddette “pistole fantasma”, ossia quelle senza numero di serie perché realizzate in casa. Il New York Times ha definito l’annuncio di Biden un “modesto” passo in avanti. (sintesi GMI)

— Michele Arnese (@Michele_Arnese) April 9, 2021

LA SAMBA VIRALE

Il Brasile ha fatto segnare il record di 4249 vittime in un giorno e il Senato ora aprirà un’indagine su come il governo del presidente Bolsonaro ha gestito l’epidemia (fonte: Reuters).

— Michele Arnese (@Michele_Arnese) April 9, 2021

LA PARABOLA DEL BURLESQUE

“«La terapia per le pazienti con burlesque e massaggi». Ecco le accuse al prof Grasso. In cella per violenza il fratello dell’ex presidente del Senato”. (titolazione Corriere della Sera)

— Michele Arnese (@Michele_Arnese) April 9, 2021

DRAGHI LIBICO VISTO DA MINNITI

“Con la sua visita in Libia, la prima missione internazionale del suo mandato, Draghi ha dato insieme un messaggio di saggezza e coraggio”, scrive su Repubblica Marco Minniti, ex ministro dell’Interno, ora presidente di Medio e Estremo Oriente (Or, neonata fondazione di Leonardo)

— Michele Arnese (@Michele_Arnese) April 9, 2021

QUISQUILIE & PINZILLACCHERE

“Con che coraggio regioni, asl e medici vaccinano chi non ne avrebbe diritto?”.

Non l’ha detto Draghi. Peccato.

— Michele Arnese (@Michele_Arnese) April 8, 2021

+++

ESTRATTO DI UN ARTICOLO DEL SOLE 24 SU COPASIR E COMMISSIONI:

Il Copasir torna a riunirsi dopo quasi due mesi ma l’impasse continua: il presidente leghista Raffaele Volpi si fa forte del “precedente D’Alema” ricordato anche dai presidenti delle Camere Roberto Fico e Elisabetta Casellati (l’allora esponente del Pd non si dimise anche se il suo partito era nel frattempo entrato nella maggioranza del governo Monti) e ribadisce la sua intenzione di non dimettersi. Il braccio di ferro con Fratelli d’Italia, che rivendica per sé la presidenza in quanto unico grande partito d’opposizione come stabilisce la legge 124 del 2007, è destinato a durare. Volpi maliziosamente pone una condizione per il cambio della guardia: si dimettano tutti i componenti del Copasir e si ricomponga l’organismo con cinque esponenti dell’opposizione (su dieci) tra i quali andrà nominato il presidente, come in effetti prevede la 124/2007. In alternativa Volpi chiede la revisione della stessa legge. Stallo armato, appunto. Sottolineato dalla scelta del vicepresidente di Fd’I Adolfo Urso di disertare la riunione di ieri per protesta, seguito dall’esponente di Forza Italia Elio Vito. Una scelta che potrebbe stupire, quest’ultima, ma che si spiega con l’incastro del ricambio in un’altra commissione, la Lavoro della Camera presieduta da Debora Serracchiani appena eletta capogruppo Pd che Fi rivendica per sé: se Fd’I avrà la guida del Copasir, il partito di Berlusconi che pure come la Lega è nella maggioranza draghiana sarebbe l’unico grande gruppo a non presiedere una commissione (la Lega ha, oltre al Copasir, la Giustizia del Senato). Una lotta al momento tutta interna al centrodestra. M5s e Pd, per ora alla finestra, ne prendono atto: «Non si trasformi un luogo così sensibile in una palestra di esercizi muscolari interni ad una coalizione politica».

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *