johnny-depp-addio-il-dramma-e-il-suicidio.-cos’e-successo-all’attore-piu-amato,-fan-distrutti

Johnny Depp Addio. Il Dramma e il suicidio. Cos’è successo all’attore più amato, Fan distrutti

Spread the love

Johnny Depp è arrivato a tentare il suicidio e lo ha rivelato in un’intervista al famoso magazine Rolling Stones. L’attore ha rivelato che preferisce morire e che ha già tentato di uccidersi, a questo addio forzato al suo lavoro. Un dramma che sta vivendo e che non riesce a sopportare. Addirittura Netflix e non solo hanno deciso di eliminare tutti i film con lui come attore. Quindi i fan non potranno più vedere pellicole di grande calibro su molte piattaforme ( speriamo non tutte). Tra questi, Edward Mani di Forbice, Jack Sparrow de I pirati dei Caraibi, il Cappellaio Matto di Alice in Wonderland. Speriamo che la scelta di Netflix non sia condivisa anche da altre emittenti altrimenti sarebbe un definitivo e vero Addio all’attore e ai suoi personaggi.

Nonostante la sua popolarità, la vita di Johnny Depp non è stata affatto semplice, a cominciare dalla sua infanzia. Originario del Kentucky, l’attore ha raccontato del complicato rapporto coi genitori e, soprattutto, con sua madre Betty Sue: “Mia madre è nata in una ca**o di valle nella parte orientale del Kentucky. Faceva uso di farmaci anti epilettici da quando aveva 12 anni”. La famiglia non era felice, anzi il piccolo Depp viveva in una casa fantasma, in cui nessuno parlava. La mamma è morta nel 2016, segnando l’inizio del declino dell’attore che da quel momento, non si è più ripreso.

LEGGI ANCHE—> Cesare Bocci fatto fuori dal commissario Montalbano, l’attore non ci sarà più nella Fiction più amata. Ecco quando andrà in onda e cos’è successo

Una vita destinata ad essere rovinata dalle donne quella di Johnny Depp, talmente traumatizzato dalla figura materna da avere la convinzione che le donne siano tutte “da sistemare”. Il matrimonio con Amber Heard si è rivelato essere una vera e propria tragedia: l’attrice conosciuta sul set di The Rum Diary lo ha lasciato accusandolo in tribunale di aver subito da parte sua violenza domestica. Ha poi rivelato ai media le dipendenze dell’attore da alcool e droga e ha dato inizio a un clamoroso processo, fatto di attacchi e contrattacchi, che attualmente è ancora in corso.

Tutto questo dopo solo 15 mesi dal matrimonio, avvenuto nel 2015, e dunque dopo pochissimo tempo dopo la perdita della madre. La causa con la ex moglie ha portato Johnny Depp anche al fallimento economico e al crollo delle sue finanze. La risonanza mediatica ottenuta da Amber Head ha rovinato poi la carriera dell’attore, che non gira una pellicola in grande stile almeno da 5 anni. Ed è proprio questo il motivo per il quale non vediamo spesso i suoi lavori in programmazione mentre Netflix ha eliminato tutti i suoi film dalla lista. Ultima ma non per importanza, la sorella Christi con cui ha chiuso definitivamente i rapporti. Insomma Il mondo del Cinema ha voltato le spalle al Divo decidendo al suo posto il suo addio al lavoro che l’ha consacrato

LEGGI ANCHE—> Cesare Bocci choc: “Addio al Commissario Montalbano. Ecco la verità sulla decisione Rai e sull’abbandono di Zingaretti “

Una batosta troppo forte, Un addio al cinema e alla tv non desiderato e subito. Tutto questo ha portato a un crollo emotivo di Johnny Depp, che è arrivato a vedere nel suicidio l’unica via di uscita da tutti i suoi problemi: “Il prossimo passo sarebbe stato arrivare in un posto con gli occhi aperti e lasciarlo con gli occhi chiusi”. Parole di vero sconforto, per un attore che ha sempre saputo conquistare tutti noi: “Mi versavo la vodka al mattino e iniziavo a piangere fino a che gli occhi si riempivano di lacrime e non riuscivo più a vedere le pagine. Continuavo a chiedermi cosa avevo fatto per meritarmi tutto questo”. Ultima anche l’esclusione da Harry Potter e gli animale fantastici, dove è stato sostituito per il terzo episodio della serie. Speriamo che l’incubo finisca al più presto, tieni duro Johnny è quello che i milioni di fan distrutti da questa novità, hanno lanciato all’attore.

E tu che ne pensi? Scrivici le tue opinioni sulle nostre pagine Facebook e INSTAGRAM.

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *