jessica,-la-figlia-di-bruce-springsteen,-a-tokyo-2020-nella-categoria-salto-a-ostacoli
Spread the love

È la terza volta che tenta di competere alle Olimpiadi: ai Giochi di Londra del 2012 è rimasta tra le riserve mentre nel 2016 non è proprio entrata nella rosa degli atleti selezionati. Ma a Tokyo 2020, Jessica Rae Springsteen, 29 anni, figlia di Bruce Springsteen, ci sarà, e rappresenterà gli Stati Uniti d’America alle Olimpiadi nella categoria equestre di salto ostacoli.

Con lei sono state convocate anche Kent Farrington, Laura Kraut e McLain Ward, che alle Olimpiadi ha già vinto tre medaglie, due ori e un argento.

bruce springsteen

Lei è la figlia “di mezzo” di Bruce Springsteen

La secondogenita di Bruce Springsteen e Patti Scialfa –  arrivata dopo suo fratello maggiore Evan, 30, e prima del minore, Sam, 27 – cercherà di aggiudicarsi un posto sul podio cavalcando il suo stallone belga di 12 anni, Don Juan Van de Donkhoeve.

«Penso che la chimica tra te e il tuo cavallo possa variare da una cavalcata all’altra», ha detto alla CNN. «Ci sono dei cavalli, sali subito e fai clic subito. Altri può richiedere un po’ più di tempo ed essere un po’ una lotta. Ma penso che devi essere paziente e deve essere un reciproco dare e avere tra il cavallo. La chiave per ottenere il meglio dal tuo cavallo è fare un buon programma in anticipo», con cui sai che «raggiungerà il picco».

jessica bruce springsteen

Jessica a cavallo (Instagram)

«I miei genitori mi supportano da quando ero bambina»

L’evento di qualificazione della squadra di salto e la finale alle Olimpiadi di Tokyo si svolgeranno il 6 e il 7 agosto. Bruce Springsteen e Patti Scialfa, però, non potranno esserci: le gare sono disputate a porte chiuse a causa dei provvedimenti di contenimento del Covid 19. Ma “the Boss” ha comunque trovato il modo di esprimere alla figlia tutta la sua felicità. Sotto, la ragazza con sua madre, quando era una bambina (e già una piccola fantina).

iO Donna Beauty Club

Entra in un club fatto di novità,

consigli personalizzati ed esperienze esclusive

«Mamma e papà erano entrambi molto entusiasti», ha detto la ragazza. «Mi supportano da quando ero bambina. Partecipare alle Olimpiadi è sempre stato il mio sogno più grande. Anche se non potranno essere con me, me li porterò dietro: è con loro che sono arrivata fino a questo traguardo». Per una volta, non sarà il Boss a essere sotto i riflettori di tutto il mondo…

iO Donna ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *