israele-ha-chiuso-la-sua-costa-dopo-che-tonnellate-di-catrame-si-erano-depositate-sulle-spiagge
Spread the love

Domenica Israele ha chiuso tutte le sue spiagge sul mar Mediterraneo, dopo che una fuoriuscita di petrolio in mare aperto aveva fatto depositare tonnellate di catrame su 160 chilometri di costa (la costa mediterranea di Israele si estende per circa 195 chilometri). Secondo gli attivisti e il ministero della Protezione ambientale israeliano, almeno mille tonnellate di catrame sarebbero state trasportate dal mare sulle spiagge.

L’autorità d’Israele per la natura e i parchi ha detto che si tratta di uno dei più gravi disastri ecologici della storia del paese e i ministri dell’Interno, della Salute e della Protezione ambientale hanno diffuso un comunicato congiunto per chiedere alle persone di evitare le zone coinvolte. L’esposizione al catrame potrebbe essere dannosa e sta già causando grossi danni alla fauna locale.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *