incidente-mortale-sulla-firenze-pisa-livorno:-si-trovava-a-bordo-di-una-ferrari

Incidente mortale sulla Firenze-Pisa-Livorno: si trovava a bordo di una Ferrari

Spread the love

Morto su una Ferrari

Morto su una Ferrari

L’ennesima vittima che ha perso la vita lungo le strade. Questa volta è successo in provincia di Pisa a Cascina dove un uomo di 56 anni ha perso la vita schiantandosi contro il guard rail. Stando a quanto riporta il quotidiano “Il Tirreno”, l’incidente è avvenuto intorno nella serata di venerdì 4 giugno, mentre l’allarme è stato dato intorno alle ore 23.15 da alcuni automobilisti che hanno assistito alla scena. Il conducente che si trovava a bordo di una Ferrari sarebbe rimasto incastrato tra le lamiere. Intervenuti gli agenti della Polizia che si sono messi in azione al fine di eseguire degli accertamenti, oltre ai vigili del fuoco e ai sanitari del 118.

Morto su una Ferrari, diversi disagi sul tratto di strada interessato

A seguito dell’incidente, oltre all’uomo non vi sarebbero dei veicoli o eventuali altre persone coinvolte. Immediata inoltre sarebbe stata la chiusura del tratto di strada interessato con molti disagi e code che si sarebbero protratte lungo entrambi i sensi di marcia. Alcuni pezzi della Ferrari F355 dell’uomo avrebbero infatti invaso la carreggiata opposta in direzione del litorale di Pisa. I disagi sarebbero durati diverse ore al fine di permettere i mezzi di soccorso di estrarre il corpo bloccato tra le lamiere e rimuovere il veicolo distrutto.

Morto su una Ferrari, chi era la vittima

La vittima deceduta nel terribile schianto di Cascina è Giulio Braghieri, uomo di 56 anni residente a Calcinaia. Molto conosciuto e stimato Braghieri faceva parte di una famiglia molto facoltosa. Stando a quanto scrive “Il Tirreno”, il padre aveva fondato la Pistoni Assom, conosciuta ad oggi come Asso Werke. Braghieri invece era titolare di una nota società che si occupa di noleggio di auto di lusso per grandi eventi come i matrimoni o le pubblicità.

Morto su una Ferrari, in corso le indagini

Ad ogni modo non sarebbero note le cause che avrebbero portato alla morte del 56enne di Calcinaia. Stando a prime ipotesi potrebbe essersi trattato dell’eccessiva velocità del veicolo, o ancora del colpo di stanchezza dell’uomo. A nulla sarebbero serviti i tentativi da parte degli operatori sanitari del 118. Stando a quanto appreso gli operatori non avrebbero potuto fare altro se non constatarne il decesso. Al momento dell’estrazione l’uomo era già deceduto.

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *