il-tesoro-invisibile-d’italia-racchiuso-in-un-libro
Spread the love

Si raccontano così Filippo Cosmelli, storico dell’arte, e Daniela Bianco, architetto. La coppia ha infatti trasformato la passione per l’arte, per l’architettura, per la cultura e per tutto ciò che intreccia storia e mistero, in IFEXPERIENCE, una società pioniera del lusso esperienziale in Italia. Dal 2006 aprono porte che svelano un mondo per pochi. Spesso lasciano senza fiato, perché immergono in luoghi straordinari, mostrano opere d’arte inedite, forniscono racconti dettagliati su location che non conosciamo – ma che molto spesso sono sotto il nostro naso (o sotto i nostri piedi, nella città sotterranea). Hanno creato un modo nuovo di intendere il viaggio, che arricchisce e coinvolge. Dalle notti ai Musei Vaticani alle visite di affascinanti dimore private mai aperte al pubblico, fino ai week end bespoke. Non c’è da stupirsi se aziende internazionali, grandi brand, ma anche celebrities, si affidino spesso a loro.

Filippo Cosmelli, storico dell’arte, e Daniela Bianco, architetta. Fondatori di IFExperience.

Questa volta i fondatori di IFEXPERIENCE sono andati nei depositi dei musei, e ci aprono le porte di questi luoghi nel libro Il Tesoro Invisibile. Viaggio nell’arte custodita nei depositi dei musei italiani (Editore Utet, in uscita il 30 novembre 2021). Lì, nascoste allo sguardo del grande pubblico, sono conservate migliaia di opere di inestimabile valore. Dipinti, incisioni, sculture, gioielli, documenti antichi e oggetti simbolici capaci di restituirci il sapore di epoche lontane, giacciono invisibili ai milioni di turisti che ogni anno visitano il nostro paese. Nelle soffitte di antichi palazzi nobiliari o nei caotici archivi degli istituti museali, in caveau sotterranei o in minuscoli monasteri, si cela un’altra Italia, ricca di meraviglie, a volte riscoperte dopo secoli di oblio. 

Il Tesoro Invisibile. Viaggio nell’arte custodita nei depositi dei musei italiani. Di Filippo Cosmelli e Daniela Bianco. (Editore Utet, pagine 208 con foto a colori, euro 22). Data di uscita: 30 novembre 2021. 

A caccia di capolavori nascosti, ci guidano negli archivi segreti del Vaticano, tra gli scavi di Oplontis, per le sale di Palazzo Barberini a Roma o Palazzo Mocenigo a Venezia, ricomponendo un’incredibile collezione dimenticata. 

Alcune di queste opere non sono esposte per preservarne l’integrità, per proteggerle da sbalzi di temperatura o dal rischio di venire danneggiate, altre semplicemente non trovano posto tra le migliaia di pezzi che compongono il patrimonio storico artistico accessibile a turisti e studiosi. 

Ma grazie alle pagine di questo libro possono essere viste e apprezzate.

Venezia, depositi di Palazzo Mocenigo.

Taranto, Museo Archeologico Nazionale.

Dall’Uomo vitruviano di Leonardo, conservato in un’ala chiusa al pubblico delle Gallerie dell’Accademia, alla collezione di tarocchi della Pinacoteca di Brera, dal certificato di nascita di Caravaggio alle vertiginose scarpe con i tacchi con cui le donne veneziane attraversavano le calli nel Seicento, fino alle incisioni di Piranesi custodite nel deposito blindato della Calcografia nazionale a Roma, proprio sotto la Fontana di Trevi. 

Taranto, Museo Archeologico Nazionale.

Un Grand Tour singolare, condotto con delle guide d’eccezione, un’esperienza unica e indimenticabile alla scoperta dei tesori invisibili che compongono la nostra storia artistica e culturale. Da sfogliare. E risfogliare. 

Venezia 

Copyright 2019. All rights reserved.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *