il-bel-borgo-di-castiglione-di-sicilia-che-vende-case-a-1-euro
Spread the love

Case al prezzo di un caffè? Questa volta è il suggestivo borgo di Castiglione di Sicilia, alle pendici dell’Etna, vicino all’elegante Taormina e alle spiagge della costa orientale della regione, a vendere quasi 900 case abbandonate a un euro nella zona più antica del comune.

Circa la metà delle abitazioni necessita di interventi di ristrutturazione e verrà messa in vendita al prezzo simbolico di un euro, appunto, mentre le case in condizioni migliori saranno comunque vendute a prezzi molto accessibili, a partire da 4000 – 5000 euro.

Il sindaco Antonino Camarda ha intrapreso tale ambizioso progetto per dare nuova vita al suo paese in cui la popolazione è passata dai 14.000 abitanti di inizio Novecento ad appena i 3.000 di oggi.

Abbiamo un enorme patrimonio architettonico da salvare, ricco di storia. Nel corso del tempo, troppe persone se ne sono andate, lasciando dietro di sé antiche case pittoresche, molte risalenti addirittura al Rinascimento“, dichiara.

Laddove altre città che gestiscono progetti simili hanno messo insieme un lotto di case a un euro, Castiglione di Sicilia valuta le proprietà in base alle loro condizioni.

Abbiamo effettuato uno studio approfondito catalogando ogni immobile sulla base di mappe e dati catastali. Secondo le loro condizioni gli edifici verranno venduti a prezzi differenti, a partire da un euro“, sottolinea Camarda.

Arroccato su una rupe rocciosa sul versante settentrionale dell’Etna, Castiglione di Sicilia si affaccia sulla splendida valle dell’Alcantara, le cui profonde voragini e canyon, formatisi da lava vulcanica solidificata, sono punteggiati da limpidi ruscelli, laghetti e cascate. Boschi, uliveti, aranceti, noccioleti e aziende vinicole impreziosiscono ulteriormente il paesaggio.

Grazie al fertile terreno dell’Etna, i vigneti producono vini pregiati con uve autoctone tra cui carricante, catarratto e nerello.

Castiglione è, infatti, soprannominata la “città del vino” e una grande scultura di una botte e un bicchiere di vino dà il benvenuto all’ingresso del paese.

È ideale punto di partenza per scoprire la Strada del Vino dell’Etna e per praticare trekking fluviale, rafting, canyoning, mountain bike, equitazione e nordic walking.

Il suo nome deriva da “il Castello dei Leoni”, e lo stemma di Castiglione riporta ancora due leoni a guardia. Per secoli è stato un feudo potente e uno degli avamposti strategici più prosperi della Sicilia, soprannominato “città focosa” da Federico II, imperatore del Sacro Romano Impero del XIII secolo e re di Sicilia.

Il paese, che fa parte del circuito dei Borghi Più Belli d’Italia, incanta con le strade e i muri realizzati con ciottoli di roccia lavica scura e le dimore aristocratiche affiancate alle comuni abitazioni.

Il nostro territorio è vasto e va dalla vetta innevata dell’Etna fino alla discesa, vicino al mare. Ci sono tante cose da fare e posti bellissimi da vedere“, conclude Camarda.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *