hong-kong,-il-magnate-jimmy-lai-condannato-a-un-anno-di-carcere
Spread the love

Il magnate dell’informazione di Hong Kong Jimmy Lai è stato condannato a 12 mesi di carcere per aver partecipato a una manifestazione non autorizzata il 18 agosto del 2019 nell’ex colonia britannica. E’ stato riconosciuto colpevole di aver violato la legge sulla sicurezza nazionale imposta da Pechino a Hong. 

Lai, fondatore del tabloid Apple Daily e critico nei confronti di Pechino, era stato già incarcerato per altre accuse, inclusa la collusione con forze straniere per l’intervento negli affari della città, un nuovo crimine ai sensi della controversa legge sulla sicurezza nazionale imposta alla città nel 2020 dal governo centrale cinese.

Assieme a Lai sono state condannate altre otto persone, tra cui l’avvocato Martin Lee, 82 anni, e l’ex deputata dell’opposizione Margaret Ng, 73 anni.