«giudice,-non-sono-un-gatto…».-l’avvocato-sbaglia-filtro-all’udienza-online

«Giudice, non sono un gatto…». L’avvocato sbaglia filtro all’udienza online

Spread the love

Succede in Texas: un avvocato, collegato via Zoom, ha inavvertitamente attivato il filtro che lo ha trasformato in gatto

«Giudice, non sono un gatto». Un avvocato, impegnato in un’udienza virtuale, si trasforma in un gatto. Rischia di entrare nella storia del diritto la causa discussa nell’aula virtuale del giudice Roy Ferguson, nel tribunale del 394esimo distretto del Texas. Un avvocato, collegato via Zoom, ha inavvertitamente attivato il filtro che lo ha trasformato in gatto.

«Ritengo che abbia un filtro attivato, posso sentirla ma credo ci sia un filtro…», dice il giudice. «Non riesco a rimuoverlo… Non sono un gatto…», replica il legale imbarazzato.«I media possono usare il video – ha twittato il giudice Ferguson. E’ stato registrato durante un’udienza virtuale nel 394esimo distretto del Texas e diffuso a scopo educativo. E’ cruciale che non venga utilizzato per deridere gli avvocato ma, al contrario, per evidenziato la dedizione della comunità legale verso la causa della giustizia».

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *