george-clooney,-5-cose-che-gli-consigliamo-di-fare-a-due-passi-da-laglio

George Clooney, 5 cose che gli consigliamo di fare a due passi da Laglio

Spread the love

È (quasi) tutto pronto per il ritorno in Italia di George Clooney. La sua villa di Laglio, sul Lago di Como, Villa Oleandra, è lì che lo aspetta, più bella che mai. Da due anni, causa pandemia, oltre ad altri impegni personali e di lavoro dell’attore, non lo si vede da queste parti e la cittadina è già in fermento.

Dicono che il motivo sia il contest indetto per festeggiare il suo sessantesimo compleanno, un’iniziativa benefica a sostegno della sua fondazione, Clooney Foundation for Justice, che permetterà a una coppia di fortunati vincitori – estratti a sorte – di trascorrere alcune ore in compagnia dell’attore e di sua moglie Amal visitando l’incantevole villa di Laglio.

Il Sindaco della rinomata località lacustre ha già emanato ordinanze per garantire la privacy della star di Hollywood durante il suo soggiorno: alle imbarcazioni da diporto e commerciali è vietato navigare nello specchio d’acqua antistante la residenza dell’attore. In tutta la zona, sono interdette le barche a motore con potenza superiore a 3 hp (con esclusione delle manovre di partenza e approdo) entro i 150 metri di distanza dalla costa. Già dal 2015 è attivo il divieto di stazionamento a terra nei pressi della villa. Dal giugno del 2020, invece, non si possono utilizzare moto d’acqua in tutto lo specchio di lago ed è vietato praticare sci d’acqua entro i 300 metri dalla costa.

villa-oleandra-george-clooney-laglio

Villa Oleandra a Laglio

Da quando è stato a Laglio l’ultima volta sono cambiate tante cose. Sappiamo che George ama scorrazzare sul lungolago a bordo della sua rombante motocicletta. Ecco allora cinque consigli su cosa fare e dove andare per godersi la sua villeggiatura in Italia.

Visitare la Villa del Balbianello

È una delle residenze private più scenografiche del Lago di Como. La vista dal giardino di Villa del Balbianello è talmente spettacolare da essere stata scelta per una celebre scena della saga di Guerre Stellari, “Star Wars: Episodio II – L’attacco dei cloni”, quando Anakin Skywalker (interpretato da Hayden Christensen) prende in moglie Padmé Amidala (la splendida Natalie Portman). La villa fa parte dei Beni del FAI ed è il più visitato d’Italia. Si trova nel Comune di Lenno, a una ventina di minuti da Laglio costeggiando il lago. La villa sorge proprio sulla punta della penisola di Lavedo, un promontorio che si spinge nello specchio d’acqua. Fu costruita nel 1787 su un preesistente monastero francescano (di cui resta il campanile) dal cardinale Angelo Maria Durini il quale. d’estate, era solito ospitare raduni di intellettuali, tra i quali c’era anche Giuseppe Parini. Negli Anni ’70 venne poi acquisita dall’esploratore Guido Monzino, erede della famiglia fondatrice della catena di negozi Standa, che la arredò con cimeli provenienti dalle sue spedizioni e che la trasformò in un incredibile labirinto di stanze, corridoi e di passaggi segreti. La villa è visitabile previa prenotazione.

villa-balbianello

La famosa terrazza di Star Wars a Villa del Balbianello

Visitare Villa Carlotta

Questa splendida villa si trova a Tremezzina, un paio di chilometri più a Nord Villa del Balbianello ed è famosa soprattutto per il suo meraviglioso parco storico, con alberi monumentali e di pregio come i rododendri. Un anno fa è nata la campagna “Adotta una Pianta, salva la bellezza”, che ha potuto contare sul sostegno di tante persone innamorate di Villa Carlotta e del suo straordinario parco. La campagna quest’anno è stata rinnova con oltre 300 piante che aspettano di essere adottate. A ogni pianta viene dato il nome del suo benefattore. Forse ce ne sarà anche una a nome di George? Ma la villa è anche un museo. Il 5 maggio si sono aperte ufficialmente le celebrazioni per il bicentenario della morte di Napoleone. Villa Carlotta partecipa con un calendario di eventi e con uno speciale percorso di visita promosso dalla Federazione Europea delle Città Napoleoniche.

parco_villa-carlotta

Il parco di Villa Carlotta

Pranzare a bordo piscina da “Giacomo al Lago”

Dopo le visite culturali e le passeggiate tra i parchi è tempo di fare una pausa pranzo. Il posto migliore dove George (con Amal e magari anche con i due gemelli, Ella e Alexander) è il nuovo ristorante Giacomo al Lago sull’iconica spiaggia dell’Hotel Tremezzo. In un’atmosfera senza tempo, la stessa che ha caratterizzato le riviere italiane negli Anni ‘50 e ’60, di fronte allo spettacolo delle Grigne che si specchiano sull’acqua, proprio dove il lago si divide in due rami e, come una cartolina, incorniciano la piscina galleggiante, questo locale all’aperto, perfetto per le giornate estive, è la location esclusiva perfetta per untar hollywoodiana, dove pranzare a base di pesce fresco, di gamberi rossi di Mazara del Vallo e di crudi, la specialità dello chef.

grand-hotel-tremezzo-giacomo

La spiaggia del Grand Hotel Tremezzo

Soggiornare a Villa Sola Cabiati

Mentre Villa Oleandra è occupata dalla fortunata coppia che ha vinto il soggiorno messo in palio da George, l’attore con la propria famiglia potrebbe soggiornare nella villa privata del Grand Hotel Tremezzo, Villa Sola Cabiati. La villa storica può essere affittata in toto per un minimo di tre notti. Dentro è bellissima: stucchi e affreschi sui soffitti, carte da parati antiche, arredamento in stile, dipinti alle pareti e vasellame antico, tra cui un’originalissima statuetta cinese la cui lingua è in grado di rilevare i terremoti. Sei le suite dotate di bagno privato, grandi saloni al pian terreno e al primo piano e un’elegantissima sala da pranzo. Ma il bello è fuori. Ha un giardino immenso vista Lago di Como e sul retro una piscina privata e uno spazio dove fare delle belle grigliate. Se George vuole sapere come si sta nella villa, può chiedere a Chiara Ferragni che ne sa qualcosa.

villa-sola-cabiati

Villa Sola Cabiati a Tremezzo

Passeggiare sulla Greenway del Lago di Como

Chissà se George conosce il sentiero che corre proprio dietro casa sua, la Greenway del Lago di Como e se l’ha mai percorsa? Si tratta di un percorso ciclopedonale che si trova sulla sponda occidentale del lago e che va da Colonno a Griante. Un tragitto panoramico che si protrae per circa 11 chilometri, attraversando una rete viaria lungo i tratti dell’antica Via Regina, che costeggia e s’immerge nei suggestivi borghi storici affacciati sul magnifico lago, tra ville e giardini. La Greenway è molto comoda e percorribile anche dai bambini come Ella e Alexander e offre uno scorcio indimenticabile e naturalistico, che va a scendere e risalire più volte proprio sul lungolago. È il modo migliore per respirare la bellezza di questo specchio d’acqua senza tempo e godere del luogo che Clooney ama di più del nostro Paese. Che è anche un po’ suo.

greennway-lago-como

Panorama del Lago di Como dalla Greenway

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *