firenze:-i-genitori-di-matteo-renzi-saranno-processati-per-bancarotta-e-fatture-false

Firenze: i genitori di Matteo Renzi saranno processati per bancarotta e fatture false

Spread the love


Silenzi e Falsità


Posted On Marzo 11, 2021

I genitori di Matteo Renzi, Tiziano Renzi e Laura Bovoli, saranno processati con l’accusa di bancarotta fraudolenta e emissione di fatture false.

Sono stati rinviati a giudizio, con un decreto emesso dal giudice dell’udienza preliminare, Giampaolo Boninsegna, per l’inchiesta per il fallimento delle cooperative Delivery Service Italia, Europe Service e Marmodiv.

La prima udienza è fissata davanti al collegio A del Tribunale di Firenze il 1° giugno alle ore 9.

“La decisione del gup era attesa visto il tipo di vaglio a cui è questo chiamato per legge. È però emersa, già dalle carte, la prova dell’infondatezza del castello accusatorio, il cui accertamento necessariamente dovrà avvenire in dibattimento. Confidiamo quindi di poter confutare la tesi inquisitoria in tale sede”, ha detto l’avvocato Federico Bagattini, difensore dei Renzi.

In totale sono 16 i rinvii a giudizio e due patteggiamenti, il gup ha disposto il processo per altri 14 tra legali rappresentanti delle coop, componenti dei cda e imprenditori. Hanno patteggiato la pena Pierpaolo Fasano, amministratore unico di una delle società, e l’imprenditore ligure Mariano Massone che ha avuto a sei mesi. Sono state estinte le accuse a carico di un altro imputato, deceduto nel corso dell’udienza preliminare.

L’inchiesta ha preso in esame la gestione di cooperative di servizi dedite in particolare al volantinaggio e alla distribuzione di materiale pubblicitario. Secondo le indagini, condotte dalla Guardia di Finanza e coordinate dal procuratore aggiunto Luca Turco, Tiziano Renzi e la moglie erano amministratori di fatto delle cooperative sotto inchiesta, tramite persone di fiducia o comunque influenzando le decisioni prese all’interno delle stesse società.

Lo scorso 3 marzo, in apertura dell’udienza preliminare, il pm Turco aveva depositato una memoria integrativa di 40 pagine per rafforzare l’accusa nei confronti degli imputati. Per i reati loro contestati nel febbraio 2019 Renzi senior e la moglie erano finiti agli arresti domiciliari: la misura venne poi revocata dal Tribunale del Riesame dopo 18 giorni.


Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *