fattoria-della-talosa:-c’e-fermento-a-montepulciano
Spread the love

Fattoria della Talosa è un’azienda vitivinicola in una delle più belle zone di Montepulciano, che da tre generazioni continua a fare del famoso Vino Nobile il suo fiore all’occhiello. Fondata nel 1972 da Angelo Jacorossi, che si è innamorato di questo posto mentre era in cerca del buen retiro dopo la frenetica vita della capitale, oggi è guidata dal suo primo nipote, Edoardo Mottini Jacorossi, CEO di Fattoria della Talosa.

Fin qui sembra tutto nella norma, ma la Talosa possiede una vera perla di una rara bellezza: una Cantina Storica sotterranea nel cuore di Montepulciano, dove lunghe gallerie si snodano tra tombe etrusche e fossili. Alzando lo sguardo verso le volte della Cantina, si possono vedere i resti di conchiglie che risalgono al Pliocene, quando Montepulciano era sommersa dal mare, mentre scendendo sempre più giù nel cuore della Cantina, si arriva fino all’ingresso di una tomba etrusca del VI sec. a.C., perfettamente conservata.

Tutte le gallerie, costruite in mattoncini, illuminate quanto basta per scorgere le volte e le nicchie, custodiscono gelosamente le grandi botti di rovere di Slavonia, tra cui le più datate raggiungono i 44 anni di età. Proprio qui, a decine di metri sotto terra, al riparo dal mondo esterno, il Vino Nobile di Montepulciano matura e si affina per diventare il nettare degno degli dei.

Alcuni anni fa nei misteriosi sotterranei di Palazzo Tarugi e Palazzo Sinatti, costruiti all’inizio del ‘500, di fronte alla Cattedrale di Santa Maria Assunta, è stato scoperto uno spazio utilizzato come rifugio contro i bombardamenti durante la Seconda Guerra Mondiale. Dopo attenti lavori di recupero in collaborazione con le Belle Arti, questo luogo antico scavato nella roccia è diventato una sala degustazione dal fascino ineguagliabile, dove è possibile scoprire le etichette storiche di Fattoria della Talosa, attraverso le degustazioni guidate o le verticali di specifiche annate, accompagnate da eccellenti prodotti locali.

La nuova sala ha anche un’altra funzione: ospita una vasca in cemento per l’affinamento del Pietrose, vino prodotto da uve merlot in purezza, nella sua fase finale, dopo la maturazione in botte di legno e dei barriques selezionati per la maturazione del nuovo Vino Nobile Chiusino.

“Montepulciano vanta un patrimonio storico, artistico ed enologico incredibile” commenta Edoardo Mottini Jacorossi “La storia di Montepulciano si incrocia con la storia dell’enologia del nostro Paese, perché non dimentichiamo che il Vino Nobile di Montepulciano DOCG è il primo vino italiano ad aver ottenuto la Denominazione di Origine Controllata e Garantita. Vogliamo proporre ai wine lovers un percorso esperienziale sempre più di alto profilo, che li accompagni alla scoperta del vino di questo territorio e di quei luoghi che hanno reso il Vino Nobile di Montepulciano un punto di riferimento enologico per il nostro Paese.”

Fattoria della Talosa si estende su 86 ettari, di cui 33 ettari sono vitati, coltivati a Sangiovese, Canaiolo, Merlot, Trebbiano, Malvasia e Grechetto. L’antica Via Francigena costeggia i vigneti dell’azienda, per quel tratto che da Montepulciano conduce a Montefollonico, una parte dei quasi duemila chilometri che da Canterbury portano a Roma.

Il terroir e la sua particolare esposizione permettono di ottenere vini di buona struttura e tipicità, caratterizzati da una spiccata presenza di note di amarene e viola, con buona acidità. La corretta maturazione nelle botti e un lungo affinamento in bottiglia contribuiscono a levigare i tannini. Talosa produce vini la cui qualità rispecchia fedelmente il territorio d’origine, manifesto del perfetto connubio tra le persone, la terra e le vigne. Il Sangiovese, in questo Cru, permette una delle più alte espressioni del Vino Nobile di Montepulciano, un vino elegante e austero, che acquista più fascino col passare del tempo.

“Negli ultimi 15 anni abbiamo sostenuto numerosi investimenti con l’obiettivo di portare Talosa ai vertici dell’enologia italiana” racconta Edoardo Mottini Jacorossi “Abbiamo lavorato tanto per dare un nuovo volto all’azienda, tenendo sempre ben chiaro l’orizzonte dei nostri traguardi: produrre vini di alta qualità e promuovere un’offerta esperienziale legata al vino che potesse portare gli appassionati e i visitatori a godere delle bellezze di un territorio unico, immergendosi nella cultura e nel nostro stile di vita. Per questo, Talosa è cresciuta molto e ha cambiato aspetto: negli spazi di lavoro, con nuovo centro aziendale, in vigna, con nuovi impianti nei vigneti, e nel potenziamento dell’offerta ricettiva, attraverso la ristrutturazione della Cantina Storica e l’inaugurazione di Villa Talosa. Non abbiamo però intenzione di fermarci ora perché, nonostante le difficoltà vissute nel 2020, siamo pronti a nuove sfide e a nuovi progetti che contribuiranno a dare ancora più valore alla Fattoria della Talosa”.

In effetti, nel 2004 la storia della Talosa ha subito una svolta importante, quando l’azienda ha deciso di ridisegnare proprie strutture, ridefinire la produzione vinicola e rinnovare le vigne. In seguito, nel 2010, ha aperto al pubblico la Cantina Storica, che ha segnato il nuovo traguardo nell’accoglienza e nell’enoturismo; infine, nel 2015 è stata inaugurata una nuova sala degustazione.

Attualmente l’azienda produce 7 etichette tra cui il Vino Nobile di Montepulciano e la Riserva, una piccola quantità di Nobile di Montepulciano “Filai Lunghi” – una selezione che può essere vinificata solo quando la stagione lo permette – il Rosso di Montepulciano, il “Pietrose”, che nasce da uve Merlot in purezza e il Chianti dei Colli Senesi. Senza dimenticare ovviamente il Vinsanto e il Vinsanto Riserva, una vera specialità della casa. Non mancano due distillati molto interessanti: un Brandy affinato 5 anni in piccoli fusti di rovere e una Grappa di vinacce di Vino Nobile di Montepulciano.

Tra la fine del 2021 e l’inizio del 2022 ci sarà un nuovo arrivo: un vino bianco. Si chiamerà Pietrose bianco IGT, e sarà prodotto con le uve Gewürztraminer e Petit Manseng, che daranno vita a un bianco strutturato di Montepulciano, maturato in tonneaux e barrique.

A chiudere il cerchio ci pensa Villa Talosa, una residenza di lusso dal fascino tutto toscano, in mezzo ai vigneti della fattoria, che dista 2 km dal centro di Montepulciano. Da poco ristrutturata, Villa Talosa può ospitare fino a 8 persone, ed una metà imperdibile per i winelovers che vogliono godersi il silenzio e il relax della campagna, gustando un calice del buon Vino Nobile di Montepulciano a bordo piscina. Ma la Fattoria della Talosa sta già pensando ad un altro ambizioso progetto legato ad ospitalità: la creazione di un ristorante e di un wine resort.

 

talosa.it

Category: spa

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *