emicrania-vestibolare:-cause,-sintomi-e-trattamento.

Emicrania Vestibolare: cause, sintomi e trattamento.

Spread the love

L’Emicrania Vestibolare è un problema del sistema nervoso che causa capogiri ripetuti (o vertigini) nelle persone che hanno una storia di sintomi di tale problematica.

A differenza delle emicranie tradizionali chi soffre di Emicrania Vestibolare potrebbe non avere sempre mal di testa. Entriamo nel vivo della problematica analizzando le cause, i sintomi e i possibili trattamenti clinici.

Ci sono molti nomi per questo tipo di problema. Il tuo medico potrebbe anche chiamarlo:

  • Vertigini associate all’emicrania;
  • Vertigini emicraniche;
  • Vestibolopatia correlata all’emicrania.

Sintomi.

Le emicranie vestibolari non sempre causano mal di testa. Il sintomo principale sono le vertigini che vanno e vengono. Vestibolare si riferisce all’orecchio interno, che controlla l’udito e l’equilibrio.

Se hai un’emicrania vestibolare, potresti avvertire:

  • vertigini che durano più di pochi minuti;
  • nausea e vomito;
  • problemi di equilibrio;
  • sensibilità al movimento estrema: nausea o vertigini quando muovi la testa, gli occhi o il corpo;
  • sensazione di disorientamento o confusione;
  • instabilità, come se fossi su una barca a dondolo;
  • sensibilità al suono.

Potresti avere le vertigini e avere problemi di equilibrio senza avere affatto l’emicrania. Altre volte, i sintomi delle vertigini si verificano prima, durante o dopo il mal di testa. A volte, potresti avere emicranie per anni prima che inizino i sintomi delle vertigini.

Cause.

I medici non sono sicuri. Come l’emicrania, ci sono molte teorie. Ma come accade davvero è poco compreso. Lo attribuiscono a mancate accensioni tra le cellule nervose nel cervello.

Soggetti a rischio.

È difficile dire quante persone convivono con questa condizione. I sintomi imitano molte altre malattie. I ricercatori pensano che colpiscano circa l’1% della popolazione. Ma quel numero potrebbe essere più alto.

Come le emicranie tradizionali, sono più comuni nelle donne rispetto agli uomini. I sintomi delle vertigini tendono a manifestarsi intorno ai 40 anni. Ma la condizione non colpisce solo gli adulti. Anche i bambini possono ottenerlo.

Come vengono diagnosticate le emicranie vestibolari?

Non esistono esami del sangue o di imaging che possano dirlo con certezza. Ma l’International Headache Society e altre organizzazioni hanno recentemente stabilito i primi criteri per aiutare il medico a diagnosticare il disturbo.

Potresti avere un’emicrania vestibolare se:

  • hai emicranie o le hai avute in passato.
  • hai almeno 5 episodi di vertigini che ti fanno sentire come se stessi girando o muovendo. Non è la stessa cosa della cinetosi o della sensazione di svenimento.

Queste sensazioni durano da 5 minuti a 72 ore.

I tuoi sintomi sono da moderati a gravi. Ciò significa che ti impediscono di svolgere le attività quotidiane o sono così cattive che non puoi fare nulla.

Almeno la metà degli episodi si verifica con uno dei seguenti sintomi di emicrania:

  • un mal di testa che ha due di queste caratteristiche: è unilaterale, pulsante, da moderato a grave o peggiora con l’attività;
  • sensibilità alla luce o al suono;
  • vedere luci scintillanti o lampeggianti nella tua vista (aura di emicrania).

Come fa il mio medico a escludere qualcos’altro?
Probabilmente ordineranno una risonanza magnetica per controllare il tuo cervello ed eseguire test dell’udito e dell’equilibrio per cercare problemi con le tue orecchie.

La malattia di Ménière. Prima di avere le vertigini, di solito una delle orecchie si sente piena o soffocante o fa male. Durante un attacco, una o entrambe le orecchie potrebbero suonare o potresti perdere l’udito. Questo di solito non accade con un’emicrania vestibolare.

Ictus del tronco cerebrale. Insieme alle vertigini, potresti anche avere intorpidimento, debolezza, difficoltà a parlare e altri sintomi di ictus. Se hai uno qualsiasi di questi sintomi o se hai nuove vertigini che non sono state diagnosticate, chiedi aiuto immediato di emergenza.

Trattamento.

Non esistono farmaci specifici per l’emicrania vestibolare. Il medico prescriverà diversi farmaci per fermare un attacco quando si verifica. Questa si chiama terapia abortiva.

Triptani. Prendi questi farmaci per l’emicrania al primo segno dei sintomi del mal di testa.

Soppressore vestibolare. Può alleviare le vertigini e la sensibilità al movimento. Questo tipo di farmaco agisce sul centro dell’equilibrio nell’orecchio interno. Il medico potrebbe prescrivere benzodiazepine come il lorazepam (Ativan), farmaci anti-nausea come la prometazina e antistaminici come la meclizina.

Se soffre di emicranie vestibolari frequenti o invalidanti, il medico può provare farmaci simili ai farmaci tradizionali per la prevenzione dell’emicrania. Li prendi regolarmente per ridurre la gravità o la frequenza del mal di testa. Questi includono medicinali per le crisi epilettiche, medicinali per la pressione sanguigna (come beta-bloccanti e calcio-antagonisti) e alcuni antidepressivi. Gli inibitori della CGRP sono una nuova classe di farmaci preventivi che il medico può raccomandare se altri medicinali non aiutano.

Se soffri di emicranie vestibolari frequenti o invalidanti, il medico può provare farmaci simili ai farmaci tradizionali per l’emicrania.

Tra gli altri ricordiamo:

  • farmaci anticonvulsivanti come gabapentin (Gralise, Horizant, Neurontin), topiramato (Qudexy XR, Topamax, Topamax Sprinkle, Trokendi XR) o valproato (Depakote, Depakene, Stavzor).
  • medicinali per la pressione sanguigna
    beta-bloccanti – atenololo (Tenormin), metoprololo (Lopressor, Toprol XL), nadolol (Corgard), propranololo (Hemangeol, Inderal LA, Inderal XL e InnoPran XL);
  • bloccanti dei canali del calcio; verapamil (Isoptin)
    Antidepressivi triciclici – amitriptilina, nortriptilina (Aventyl, Pamelor);
  • SSRI – citalopram (Celexa), escitalopram (Lexapro), fluoxetina (Prozac, Rapiflux, Sarafem, Selfemra), paroxetina (Paxil, Pexeva) e sertralina (Zoloft);
  • SNRI – duloxetina (Cymbalta, Irenka) e venlafaxina (Effexor).

C’è la possibilità di ottenere sollievo attraverso l’uso di alcuni dispositivi.

  • Cefaly, un piccolo dispositivo ad fascia che invia impulsi elettrici attraverso la fronte per stimolare un nervo collegato all’emicrania;
  • SpringTMS o eNeura sTMS, un dispositivo che può essere tenuto dietro la testa al primo segno di un mal di testa ed emette un impulso magnetico che stimola una parte del cervello;
  • gammaCore è un dispositivo portatile tenuto in mano che è uno stimolatore del nervo vago non invasivo (nVS). Quando viene posizionato sopra il nervo vago nel collo, rilascia una leggera stimolazione elettrica alle fibre nervose per alleviare il dolore.

È disponibile anche una neuromodulazione elettrica remota chiamata Nerivio, ma a differenza delle altre tre è approvata solo per il trattamento e non sia per la prevenzione che per il trattamento.

I cambiamenti nella dieta possono aiutare a prevenire gli attacchi?

Conoscere i fattori scatenanti del mal di testa può aiutarti a scongiurare le vertigini legate all’emicrania. Cose come cioccolato, formaggio, alcol e cibi con il conservante MSG sono fattori scatenanti per alcune persone. Se soffri di emicrania vestibolare, anche queste cose potrebbero innescare i tuoi sintomi. Non può far male tagliarli dalla tua dieta per vedere se i tuoi sintomi si attenuano un po ‘.

Monitorare la tua dieta è un altro buon modo per capire se i sintomi delle vertigini sono davvero dovuti al mal di testa. Ad esempio, una dieta ricca di sale può peggiorare i sintomi delle vertigini se hai la malattia di Ménière. Tieni un diario alimentare e mostralo al tuo medico. Può aiutare a migliorare la diagnosi e il trattamento.

Leggi anche:

Emicrania nei bambini: cosa fare per salvare la salute dei nostri figli?

Emicrania: nuovo farmaco estingue il fenomeno, presto in Italia!

L’articolo Emicrania Vestibolare: cause, sintomi e trattamento. proviene da AssoCareNews.it – Quotidiano Sanitario Nazionale.

Related Posts