Spread the love

Una collezione che va oltre gli stereotipi alla ricerca del realismo

Negli ultimi anni, la bellezza inclusiva ha cominciato a farsi sempre più spazio all’interno del mondo della moda. Questa categoria non rappresenta più solo le donne curvy, ma un’intera generazione dedita all’incessante ricerca della perfezione e dalla voglia di mettersi in mostra. Il nuovo trend si è insediato nel settore della moda che sta cercando di superare i rigidi stereotipi puntando sempre più all’originalità e al cambiamento.

Il body positive ha coinvolto sempre di più volti noti: donne come Ashley Graham, Dani Miller o Rihanna si sono proposte come paladine del movimento. Sin dagli anni 60, le donne sono state sottoposte al continuo confronto con il loro corpo e stereotipi irraggiungibili. Dal ventesimo secolo, il mondo della moda si è aperto a una bellezza realistica, includendo e valorizzando diverse corporature all’interno dei propri canoni di bellezza.

Eleonora Cicchetti collection all’insegna della body positivity

La giovane Fashion Designer Eleonora Cicchetti ha utilizzato il suo brand Eleonora Cicchetti Collection per lanciare un messaggio importante sulla body positivity, inglobando il concetto di moda inclusiva. Restando coerente al proprio stile, la Designer ha realizzato una collection composta da corsetti a cuore, maniche e spalle larghe e punto vita segnato. Lasciandosi ispirare dal celebre motto More is More and Less is Bored, il brand riprende la moda romantica degli anni Trenta dell’Ottocento alla ricerca di una nuova femminilità, più realistica e femminista.

Leggi anche: Expo Dubai 21: la tradizione italiana arriva dalle Marche

Questa volta la Designer ha voluto realizzare look più dinamici che restano all’interno del casual chic che possono vestire e adattarsi ad ogni occasione. Per la prima volta vengono coinvolti capi sportivi e informali come i jeans, il must have dell’armadio che presenta rifiniture raffinate come il logo ricamato sulla tasca posteriore. Questi riescono ad esaltare e valorizzare ogni silhouette, adattandosi perfettamente ad ogni forma. I tessuti utilizzati indicano un rispetto dell’ambiente a 360 gradi: alla lana rasata a Pied de Poule si aggiunge anche l’ecopelle, con lo scopo di sensibilizzare l’industria della moda sull’importante tema dell’ecosostenibilità. A segnare l’inizio di una nuova fase della Desiner è l’introduzione di capi intimi come il babydoll, che preannuncia l’avvio di una collezione di intimo prodotta e firmata dal brand.

Foto: Ufficio Stampa

Leggi anche: Metropolita presenta la nuova cocktail list “VOL. IV”

L’articolo Eleonora Ciucchetti, la nuova collezione tra bellezza e inclusività proviene da LUXURY prêt-à-porter.