del-broccolo-non-si-butta-via-niente!-come-riutilizzare-gli-scarti-e-cucinare-foglie-e-gambi
Spread the love

Quando si cucina il broccolo, spesso si utilizzano le cime e si scartano foglie e gambi, ma tutto il broccolo è commestibile e del broccolo non si butta via niente.

Con il gambo e le foglie del broccolo si può ad esempio preparare un gustoso pesto da utilizzare per condire la pasta o per preparare tartine o farcire panini

Il broccolo (Brassica oleracea var. italica), chiamato anche cavolo broccolo, è un ortaggio prezioso per la nostra salute, perché oltre a essere ricco di fibre, vitamine e minerali, contiene anche numerose sostanze antiossidanti e capaci di ridurre il rischio di cancro.

Vale la pena mangiarlo spesso quando è di stagione, da settembre e fino al mese di marzo.

Pesto con gambo e foglie di broccolo

Il pesto con gambo e foglie di broccolo è una ricetta per non scartare nulla del broccolo, che si prepara in pochi minuti e che consente di evitare sprechi.

Ingredienti

  • gambo e foglie di broccolo
  • due cucchiai di olio extravergine di oliva
  • uno spicchio di aglio
  • due cucchiai di lievito alimentare in scaglie
  • un pizzico di sale

Procedimento



Tagliate il gambo del broccolo a fette, ripulendolo dalle parti eventualmente rovinate o annerite e cuocetelo a vapore per quindici minuti. Per rendere l’aglio meno forte è possibile cuocerlo a vapore con il broccolo, anziché utilizzarlo fresco.

Eventualmente è possibile aggiungere anche qualche cimetta ingiallita del broccolo, oltre a spezie ed erbe aromatiche o altri ingredienti a piacere, come peperoncino, peperoni dolci essiccati, pomodorini essiccati, pepe, curcunma, basilico o origano.

Dopo aver lasciato intiepidire il gambo, sistemate tutti gli ingredienti nel bicchiere del frullatore a immersione, aggiungete uno o due cucchiai dell’acqua di cottura e frullate fino a ottenere una purea omogenea.

Utilizzate il pesto per condire la pasta, farcire panini o spalmato su crostini di pane.

Fonti di riferimento: Alimenti nutrizione/Sage Journal



Leggi anche:

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *