Spread the love

Dalla Prima alla Quinta dose di vaccino, ecco svelati per la prima volta tutti i fantastici benefici punto per punto:

Prima dose:

per principianti. Inoculata singolarmente è adatta a coloro che per curiosità o lobotomizzazione si avvicinano per la prima volta al magico mondo dei vaccini non-vaccini; il siero sperimentale spacciato per vaccino che regala la percezione che tutto sia cambiato: mentre l’indice RT continua a volare con lo spread e l’inflazione.

Il principiante vaccinale, grazie all’entry level Prima dose, entra a far parte della comunità dei tossici mRNA, ma non gode ancora dei benefici esclusivi riservati ai Seconda dose. L’offerta è comunque interessante per gli under 18, grazie alla free card vax in omaggio, infatti, i ragazzi hanno finalmente la possibilità di sviluppare patologie card-iovascolari, altrimenti difficilmente contraibili per i minorenni.

Seconda dose:

la nuova normalità. Green Pass immediato, pubblico plauso e possibilità di lavorare sono solo alcuni dei premi riservati ai Seconda dose. Lo status sociale registra di nuovo livelli standard, il soggetto è reintrodotto d’ufficio tra i buoni cittadini. Al momento della somministrazione oltretutto verrà rilasciato un biglietto per partecipare al grande concorso “Anche tu in TV”: un fantastico invito per partecipare ad una trasmissione televisiva ospite insieme a Bassetti o Burioni, a scelta.

All’homo virdis sono riservati anche tutti i privilegi dell’homo ludens precovidiano: può andare allo stadio. Panem et circenses è garantito per un anno, ma solo per la squadra del cuore. Per le donne non appassionate di calcio, invece, è in regalo l’abbonamento a Donna Moderna.

Terza dose:

per pochi ma non per tutti. Per adesso. E’ il vaccinato che si distingue dalla massa, l’aristocratico dell’inoculazione. Per i Terza dose il Green Pass arriva direttamente a casa all’interno di un prezioso cofanetto sanificato. Il GP3 VIP ha la forma della carta di credito ed è contactless, se qualcuno supera i due metri di distanza, infatti, inizia a suonare, garantendo così l’assenza di contatto umano.

I superstiti della Terza dose, intervistati dalla televisione di Stato, si dichiarano pienamente soddisfatti della libera scelta non volontaria terzadosista. Molto raccomandata, tuttavia, un’intervista a stretto giro, o quantomeno prima del ricovero nel reparto di cardiologia del nesocomio provinciale.

Quarta dose:

dopo una settimana funziona anche DAZN. Secondo Bassetti, nei giorni successivi, i più giovani navigano in 5G senza sim con giga e chiamate verso tutti illimitati. Purtroppo però, secondo i primi dati rilevati dall’ISS, l’effetto dura al massimo un mese, poi stop gigabyte illimitati, la ricezione passa al 4G.

Tale limitazione segnaletica è tuttavia bilanciata dal Bonus funerale (tu pensa a morie, al funerale pensa lo Stato) e dal Cardio free. Quest’ultimo è un bonus introdotto con il dpcm di settembre, il numero 2.624 dell’anno, grazie al quale l’intervento a cuore aperto previsto dopo la quarta dose può essere effettuato direttamente a casa vostra.

Ma non solo, dal Quirinale fanno sapere che in caso di decesso immediato all’inoculato sarà conferita la Medaglia al Valor Civile di Terza Generazione.

Quinta dose:

dà diritto all’instaurazione del processo di beatificazione presso la Santa Sede e al Blue Pass per il Paradiso.

https://www.adhocnews.it/giulia-lucenti-e-morta-24-ore-dopo-il-vaccino-a-16-anni-niente-autopsia/

www.facebook.com/adhocnewsitalia

SEGUICI SU GOOGLE NEWS: NEWS.GOOGLE.IT