crescia
Spread the love

Uno dei cibi tipici street food in Umbria è la buonissima crescia, nota anche torta al testo, cotta sotto la cenere e servita con salumi, formaggi, verdure, carne alla brace e chi più ne ha più ne metta. La sua origine è antichissima qualcuno la fa risalire adirittura al popolo umbro, fondatore della città Gubbio nel primo millennio avanti cristo.

Crescia
Oggi si trova pronta in bar, chioschi, panetterie e supermercati un po’ in tutta l’ Umbria, spesso preparata in maniera industriale.I più volenterosi la fanno in casa cuocendola sul classico testo in ghisa.
L’ antica cottura sotto la cenere si può però ancora trovare in alcuni “ristori” soprattutto nella zona di Gubbio: ad esempio lungo la strada che collega la città a Perugia o percorrendo la Contessa, statale che porta verso le Marche.
Porzioni4 persone
Tempo di preparazione1 ora e 20 minuti
Tempo di cottura30 minuti
Tempo Passivo1 ora

Ingredienti

Istruzioni
  1. In una ciotola sciogliete il lievito di birra con un poco di latte tiepido, unite anche un po’ di farina e formare un composto morbido, coprite la ciotola e lasciate lievitare in luogo tiepido.

  2. In una terrina lavorate la ricotta con un cucchiaio di legno, poi unite il parmigiano reggiano grattugiato l’ uovo e il pecorino fresco tagliato a dadini.

  3. Unite al composto di formaggi la farina setacciata, un pizzico di sale, un cucchiaio di olio; lavorate bene, poi unite il lievito preparato in precedenza e un po’ di latte, in modo da ottenere un impasto morbido e omogeneo.

  4. Ungete una teglia a bordi lisci e alti, versatevi il composto, coprite con un telo e lasciate lievitare ancora per un’ ora un luogo tiepido.

  5. Preriscaldate il forno a 200 ° C cuocete la crescia, poi servitela ben calda dopo mezzora di cottura.

L’articolo Crescia sembra essere il primo su Giornale del cibo.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *