creatinina-e-creatina-fosfato-viaggio-tra-clearance-e-creatininemia.
Spread the love

Come risaputo la Creatinina non è altro che il risultato finale della degradazione della creatina-fosfato (detta anche fosfocreatina). Viaggio tra Clearance depurativa e Creatininemia.

Già in passato avevamo parlato della Creatinina, che non è altro che il risultato finale della degradazione della creatina-fosfato (o fosfocreatina). Si tratta di una forma di energia immediatamente utilizzabile dal nostro organismo. Perché è importante valutare i suoi valori e quali esami il Medico indicherà di fare per verificarli? Scopriamolo assieme.

Cos’è la Creatinina.

Creatinina: cos’è e quali sono i suoi valori anomali.

Generalità.

Nel Corpo Umano la Fosfocreatina è ubicata principalmente nel muscolo scheletrico e nel cuore. La CreatinaFosfato costituisce per tali tessuti una fonte energetica immediatamente utilizzabile.

Una volta degradata (utilizzata dal punto di vista energetico) la Fosfocreatina in Creatinina questa viene riversata nel sangue.

In una fase successiva essa è filtrata dai glomeruli renali ed eliminata nella sua totalità con le urine, senza essere riassorbita a livello tubulare.

Creatinina e metabolismo muscolare.

Essendo ubicata nei muscoli lisci la produzione di Creatinina è strettamente correlata al metabolismo della Creatina-Fosfato, sostanza necessaria all’apparato muscolare per la loro contrazione.

Mentre i muscoli assorbono la Creatina-Fosfato per le loro attività quotidiane una parte di essa viete convertita in maniera costante e irreversibile in Creatinina. Essa viene veicolata nel flusso ematico ed eliminata poi attraverso le urine.

Il dosaggio della Creatinina.

Pertanto dosare la Creatinina escreta diventa una informazione utile sull’effettiva funzionalità dei reni, organi preposti al filtraggio del sangue.

Come misurarla.

Misurarla, dicevamo, è importantissimo per valutare la presenza di Patologie o di disfunzioni d’organo.

Essa si misura in due modi:

  • per via ematica (Creatininemia);
  • per via urinaria (Creatinininuria delle 24 ore).

Valori normali.

Quali sono i valori che il nostro organismo deve “rispettare”?

Negli adulti, ad esempio, i valori normali variano da 0,6 a 1,3 mg/dl (ovviamente di sangue).

Questi livelli tendono a mantenersi costanti ovviamente nelle 24 ore.

Però va tenuto in considerazione che tali valori sono strettamente correlati al sesso del Paziente (quindi anche al peso, all’età, all’effettiva massa muscolare). Per tale motivo la concentrazione della Creatinina è un po’ superiore negli uomini rispetto alle donne e agli utenti pediatrici.

Ad esempio.

il valore normale della clearance di creatinina è compreso:

  • tra 95 e 140 ml/minuto nell’uomo;
  • tra 85 e 130 ml/minuto nella donna.

Quando la presenza nel flusso ematico di Creatinina risulta troppo elevata vuol dire che i reni non riescono a farla passare nelle urine, per cui non svolgono a pieno o per nulla la loro funzione.

Quando la presenza nel flusso ematico di Creatinina risulta troppo bassa è possibile imbattersi in anemie, atrofie muscolari, astenie prolungate e stati debilitativi.

Quando ci si deve allarmare?

L’Insufficienza Renale può essere una delle cause principali dei valori elevati di Creatinina. Ad essa si può però associare anche una intensa attività di stress fisico (sport, lavori usuranti, ecc.), ustioni e traumi muscolari.

La Clearance della Creatinina.

Quando parliamo di Clearance della Creatinina parliamo della sua depurazione. In pratica intendiamo la quantità di sangue che viene purificata da tale sostanza in 1 minuto sempre ad opera del rene.

Va da sé immaginare che per la Clearance renale della Creatinina è necessario valutare la Raccolta delle Urine nelle 24 ore.

Quando si avranno le urine della giornata intera sarà poi possibile valutare:

  • la creatininuria (concentrazione di creatinina nelle urine);
  • la creatininemia (concentrazione di creatinina nel plasma).

Le formule legate al dosaggio di Creatinina.

  • C= (U x V)/P.

Dove:

    • C = clearance;
    • U = concentrazione urinaria della sostanza;
    • V = volume di urine raccolto nelle 24 ore;
    • P = concentrazione plasmatica della sostanza (creatininemia).

Se si vuol tenere conto della superficie corporea del soggetto, la formula viene leggermente modificata:

  • C= [(U x V)/P] x (1,72 / S).

Dove:

    • 1,72 = superficie corporea standard, in m2 di una persona di 70 kg (quindi va aggiornata al Paziente che abbiamo di fronte);
    • S = superficie corporea del soggetto preso in esame, sempre espressa in m2 e ricavabile dal peso e dall’altezza del paziente mediante apposite tabelle.

Valori normali
Negli adulti, i valori normali di creatinina nel sangue variano da 0,6 a 1,3 mg/dl (milligrammi per decilitro di sangue).

 

VALORI INFERIORI SONO INDICE DI UNA FUNZIONALITA’ RENALE TANTO PIU’ RIDOTTA QUANTO MINORE E’ IL VALORE DELLA CLEARANCE

Creatinina Alta – Cause
Un aumento di creatinina nel sangue o nelle urine al di sopra dei valori normali può essere la spia di una disfunzione renale.
La creatinina alta nel sangue può essere causata dalle seguenti condizioni:

Insufficienza renale acuta o cronica;
Ingrossamento o danno dei vasi renali (glomerulonefriti);
Infezioni a carico dei reni (pielonefriti);
Calcoli renali;
Ridotto apporto di sangue ai reni dovuto a scompenso cardiaco, aterosclerosi o complicanze del diabete;
Patologie prostatiche o altre cause di ostruzione del tratto urinario;
Ipertiroidismo;
Ipertrofia muscolare;
Dermatomiosite;
Acromegalia;
Miastenia gravis;
Gotta;
Ipertensione arteriosa;
Eccessi sportivi;
Traumi o lesioni del muscolo;
Ustioni.
In alcuni casi, anche le diete eccessivamente ricche di carne possono contribuire ad alzare il tasso di creatinina nel sangue.

Creatinina Alta: campanelli d’allarme
I sintomi di creatina alta nel sangue più comuni sono i seguenti:

Stanchezza;
Gonfiore ai piedi o alle caviglie;
Scarso appetito;
Prurito e pelle secca;
Crampi muscolari;
Minzione frequente e/o dolorosa;
Mancanza di respiro.

Un aumento della creatinina nel sangue può essere causato dall’assunzione di farmaci che esercitano un’azione nefrotossica, ossia che risultano tossici per i reni, tra cui antibiotici, diuretici e chemioterapici.

Un aumento dell’escrezione urinaria può essere associato, invece, alla somministrazione di captopril e di corticosteroidi.

Creatinina e stato d’idratazione
Il ritmo di produzione della creatinina è pressoché costante, anche se può essere influenzato da una condizione di disidratazione; infatti, quando nell’organismo ci sono pochi liquidi, vengono prodotte anche meno urine, di conseguenza, la concentrazione della creatinina aumenta.

Un aumento della concentrazione della creatinina urinaria può essere dovuta a diverse situazioni quali:

Febbre;
Digiuno;
Iperattività muscolare;
Ipotiroidismo.
Creatinina Bassa – Cause
Una riduzione della creatinina sierica può essere associata comunemente a situazioni di debolezza e gravidanza, soprattutto fino al secondo trimestre. Un’altra causa è la diminuzione della massa muscolare, per normale invecchiamento o condizioni che ne causano la progressiva atrofia.
La creatinina bassa nel sangue può essere causata anche da:

Anemia;
Ipotiroidismo;
Leucemia;
Distrofia muscolare;
Mioglobinuria;
Dieta a basso contenuto di proteine.
Una diminuzione della concentrazione della creatinina urinaria può essere dovuta a diverse situazioni quali:

Insufficienza renale;
Patologie muscolari;
Ipertiroidismo;
Anemia.
Come si misura
I livelli di creatinina possono essere rilevati sia nel sangue che nelle urine. Nel primo caso si tratta di un esame di routine, per cui è sufficiente il prelievo di un campione di sangue dalla vena di un braccio (a digiuno e a riposo da almeno 8 ore), mentre nel secondo il test viene effettuato su un campione di urine raccolto nelle 24 ore.

Quest’ultimo esame viene spesso abbinato al primo per ottenere una valutazione più affidabile della funzionalità renale.

Per dosare la creatinina plasmatica, il sangue viene prelevato dal paziente attraverso il braccio; per avere un esame non viziato dal metabolismo occorre osservare un digiuno di almeno 8 ore prima del prelievo di sangue.

Il dosaggio della creatinina urinaria viene invece effettuato su un campione di test raccolto nelle 24 ore. Questo secondo esame viene prescritto e abbinato al primo esame per ottenere una valutazione più sicura della funzionalità renale.

Esiste infine un terzo esame ancora più approfondito della creatinina, chiamato Creatinina Clearence. La Clearance della creatinina è un valore che può essere utilizzato per valutare lo stato di salute dei reni; viene calcolato in base alla rilevazione della creatinina nel sangue (creatininemia) in rapporto alla quantità di urina prodotta in 24 ore e al suo contenuto della stessa sostanza.Quindi, l’esame si effettua su un campione di urine raccolto in 24 ore.

Preparazione
Nelle 8-12 ore che precedono il prelievo, è importante evitare di praticare un intenso esercizio fisico. Quest’attività può infatti alterare i valori della creatinina.
Inoltre, può essere richiesto al paziente di rimanere a digiuno la notte precedente al prelievo o di astenersi dal mangiare carne.

Interpretazione dei Risultati
Creatinina
Se il valore di creatinina plasmatica è più alto del normale e la persona non è particolarmente muscolosa, significa che i reni non stanno funzionando in modo corretto. L’aumento della concentrazione di creatinina nel sangue può suggerire la presenza di patologie o condizioni che colpiscono la funzionalità renale, scompenso cardiaco, diabete, dieta ricca di proteine, eccessi sportivi, ipertiroidismo e traumi muscolari. Il risultato dev’essere approfondito con l’esame della clearance.
Se la creatinina plasmatica risulta bassa, probabilmente si tratta di una persona con una scarsa massa muscolare o con patologie che diminuiscono la stessa. Una diminuzione rispetto ai valori normali si può riscontrare anche in presenza di anemie, stati debilitativi, ipotiroidismo, leucemia e gravidanza.
Clearance di creatinina
Se il valore è più basso del normale, è possibile diagnosticare una disfunzione della filtrazione renale.
Se il valore è più alto del normale, probabilmente si tratta semplicemente di una persona con scarsa massa muscolare.

L’articolo Creatinina e Creatina-Fosfato. Viaggio tra Clearance e Creatininemia. proviene da AssoCareNews.it – Quotidiano Sanitario Nazionale.